Cerca

Verso le politiche 2013

Ordine del Cav ai suoi:
conquistare Casini

Vertice Pdl a Palazzo Grazioli: trovare l'intesa sul tema delle preferenze. Ma c'è chi teme che chiudere la porta al Pd...

Il dilemma amletico che ha tenuto banco ieri sera a Palazzo Grazioli, nel vertice tra Silvio Berlusconi e gli "sherpa" del partito è il seguente: Pd o Udc? Al netto delle convergenze tra Pdl e centristi in tema di legge elettorale, il Cav e i suoi  vogliono vederci chiaro sulle reali intenzioni di Pier Ferdinando Casini. Cioè, capire fino a che punto possono fidarsi del leader dell’Udc e della sua disponibilità a sacrificare il fidanzamento con Pier Luigi Bersani sull’altare delle preferenze. Quindi fino a che punto possono spingersi lungo un sentiero che li porterebbe alla rotta di collisione definitiva col Pd. O se non è più prudente, invece, infilare un piede nella porta del centrosinistra per evitare di chiuderla del tutto. Il Cavaliere, che corteggia da oltre tre anni Pier, propende per la prima via.

Leggi l'articolo integrale di Barbara Romano su Libero in edicola oggi 11 luglio

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • INCAZZATONERO69

    12 Luglio 2012 - 13:01

    Problema di facile soluzione, basta un'assegno in bianco...

    Report

    Rispondi

  • gigi0000

    11 Luglio 2012 - 15:03

    Casini propone l'alleanza con Bersani, Fini ci sta pensando - che facce di merenda - l'esperienza di Rutelli e la Margherita (di fatto sparita) non ha insegnato niente - il Pdl senza il Cav. non vale una cicca, che fare? Ben venga Berlusconi che sta dimostrando le sue doti imprenditoriali e strategiche proprio lasciandoci provare l'alternativa Monti. che ha ereditato la capacità impositiva proprio dalle sinistre: ricordiamo i loro governicchi esoltanto per gli aumenti delle tasse! Se 'sti smidollati d'italiani trovassero un minimo di senso civico per evitare di disperdere i voti su troppi incapaci senza arte né parte e li convogliassero per attribuire il 51% al Berlusca, sono certo che l'Italia se ne gioverebbe in maniera tanto rilevante da far dimenticare questo pessimo periodo. Se gli italiani provassero a ragionare col proprio cervello, senza dare retta a giornali, televisione e magistrati, forse capirebbero che il Cav. sarebbe capace di gestire l'azienda Italia come Mediaset.

    Report

    Rispondi

  • enio rossi

    11 Luglio 2012 - 15:03

    D'accordo con ginko. No, per favore, non cercate di reimbarcare un ex DC come Casini. Cerchiamo di avere gente leale che condivide il nostro pensiero : meno spese dello stato e meno tasse

    Report

    Rispondi

  • ginko

    11 Luglio 2012 - 14:02

    Fra il PD e l'UDC il PDL deve scegliere il PDL, cioè l' unica strategia capace di scaldare il cuore degli elettori e risorgere. Che bisogno c'è di inseguire la badante Casini? Basta inseguire fallaci illusioni dettate dalla pretesa di accontentare le minoranze del partito. Se Pisanu e C. sognano l' UDC, se altri vogliono il PD, non hanno da fare altro che liberare il PDL della loro non più sopportabile presenza-zavorra. Ma dico, quale altra dimostrazione di inaffidabilità deve dare Casini per essere finalmente scaricato? Altrimenti tanto vale riciclare pure il monegasco. Il Pdl mostri le pa..e e vada solo e libero.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog