Cerca

Partito disorientato

La missione più difficile del Cav: incollare i cocci del Pdl

L'annuncio della candidatura ha sorpreso gli azzurri. Cicchitto e Alfano si dicono uniti, ma molti (ex An in testa) dubitano della scelta del capo

Il capo "si è lanciato senza sapere cosa fare". E' questa la critica maggiore che serpeggia nei corridoi di via dell'Umiltà, sede Pdl. Silvio Berlusconi si candida premier per la sesta volta, un po' a sorpresa Dal 1994 al 2008 era la scelta ovvia, logica, vincente in un modo o nell'altro. Ma oggi è un rischio, sostengono in molti. Un rischio in assoluto (perché la vittoria è comunque molto difficile) e per il partito: il Pdl è diviso, gli ex An sono poco convinti e in generale, nonostante le dichiarazioni di Fabrizio Cicchitto e di Angelino Alfano, la sensazione è quella di un disorientamento generale. Fin qui Berlusconi si era preoccupato di tenere insieme il Pdl, evitarne la disintegrazione. Da oggi, quei cocci deve metterli insieme, tenerli uniti, nasconderli.

 

Leggi l'articolo di Fausto Carioti su Libero
in edicola oggi, venerdì 13 luglio

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • marcopcnn

    14 Luglio 2012 - 08:08

    Un partito come il PDL Berlusconi lo rincolla in 5 minuti. Firma 4 assegni, assegna 4 poltrone fa fare 2 spettacolini nelle sue TV o alla Rai e tutto torna Perfetto. Tutti pronti a fare qualunque cosa chieda il capo ! L'unica missione difficile, anzi impossibile,per Silvio è quella di semttere di fare politica per trarne benefici personali !

    Report

    Rispondi

  • dubhe2003

    13 Luglio 2012 - 22:10

    ...che ormai il tempo sia scaduto per il Cav.Dovrebbe avere il 51% di voti tutti per sè,cosa impossibile...una mera chimera.Altrimenti non gli resterebbe che fare ancora una volta una coalizione...ma con chi?Coi soliti arruffoni fedifraghi?Si metta il cuore in pace e pensi alla salute!!

    Report

    Rispondi

  • bellissimo

    13 Luglio 2012 - 15:03

    Per il cavaliere Mascarato nulla è impossibile!

    Report

    Rispondi

  • frank-rm

    13 Luglio 2012 - 14:02

    Non solo gli ex An si dicono contrari alla candidatura di Berlusconi. Anche i mercati non lo vogliono. E' bastata la notizia per il nuovo declassamento dell'Italia. Berlusconi all'estero viene visto come un guerrafondaio, capace solo di combinare casini.

    Report

    Rispondi

blog