Cerca

La difesa

Anche Boccassini scarica il collega Ingroia e i giornali di sinistra

Il magistrato di Milano: D'Ambrosio è stato oggetto di attacchi ingiusti e violenti

Anche Boccassini scarica il collega Ingroia e i giornali di sinistra

Il caso del consulente giuridico del Quirinale Loris D'Ambrosio, morto d'infarto giovedì 26 luglio spacca la magistratura. Il giurista era stato sentito come testimone dal procuratore di Palermo Antonio Ingroia, titolare dell'inchiesta sulla trattativa mafia-Stato. Agli atti dell'inchiesta, erano finite alcune interecettazioni delle telefonate che l'ex ministro dell'Interno Nicola Mancino gli aveva fatto per chiarire la sua estraneità alla vicenda e lamentarsi di un presunto "mancato coordinamento" nelle indagine sulla trattative portate avanti dalla Procura. Nelel telefonate con D'Ambrosio, Nicola Mancino diceva: "Non si sa dove vogliono arrivare questi, che vogliono fare", ripeteva. Quelle telefonate sono state rese pubbliche e D'Ambrosio è finito nella bufera m ediatica.  

Magistrati divisi Il caso D'Ambrosio che aveva già fatto discutere prima della morte, ha spaccato anche la magistura. Nella schiera degli accusatori dell'operato della procura palerminatana rispetto a questa vicenda c'è anche l'insospettabile Ilda Boccassini.  Al telegiornale de La7 ha detto: "D'Ambrosio ha salvato l'integrita della magistratura eppure è stato oggetto nelle ultime settimane di attacchi ingiusti e violenti". Ilda pronta a scaricare il suo collega che aveva fatto intercettare le telefonate dell'ex ministro dell'Intero Nicola Mancino con il consigliere giuridico del Quirinale. Come lei, molti giudici anche iscritti alla corrente di Magistratura Democratica, più vicina alla sinistra, hanno espresso  il loro disappunto per le insinuazioni e la campagna giudiziario-mediatica a cui è stato sottoposto il giurista di cui tutti hanno riconosciuto l'elevato spessore umano e professionale. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • cavallotrotto

    28 Luglio 2012 - 15:03

    vuoi vedere che se il segretario particolare fosse stato di un altro , nessuno ne avrebbe parlato ? se uno viene accusato ingiustamente , e io qui non vedo l'ingiustizia , invece di morire d'infarto , fa la guerra ai magistrati , questo sì . ora morire d'infarto tocca a tanti ma per cose serie . nessuno si ricorda del " gobbetto d'Italia " ex DC , 20 anni di insulti da parte dei magistrati , dove era al tempo il menagramo di napolitano ? forse in russia ?

    Report

    Rispondi

  • bobbon

    27 Luglio 2012 - 18:06

    esiste, deve assomigliargli molto

    Report

    Rispondi

  • bobbon

    27 Luglio 2012 - 18:06

    esiste, deve assomigliargli molto

    Report

    Rispondi

  • elioselios

    27 Luglio 2012 - 17:05

    Una buona fetta di magistrati dovrebbe autocensurarsi e ritirarsi definitivamente

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog