Cerca

Prove tecniche d'intesa

Maroni tenta il celeste Formigoni: "Fai un nuovo Pdl lombardo"

Il segretario della Lega chiama il governatore che a Libero ha parlato di "macroregione del Nord": "Pdl? Sì, ma partito della Lombardia"

Per le elezioni Bobo ha in mente il modello Verona: Carroccio alleato solo con liste civiche locali e movimenti territoriali
Roberto Formigoni e Roberto Maroni

Roberto Formigoni e Roberto Maroni

 

 

di Matteo Pandini

Un’alleanza Lega-Pdl alle prossime regionali lombarde è possibile, ma solo se Pdl non sarà più l’acronimo di Popolo della Libertà ma di qualcosa d’altro. Roberto Maroni ne ha parlato recentemente con Roberto Formigoni: se il governatore si mettesse a capo di un ipotetico “Partito della Lombardia” o “Popolo della Lombardia”, il Carroccio potrebbe confermare l’alleanza. Indipendentemente dalla data del voto (2013 in caso di urne anticipate oppure 2015). 

Maroni vuole riproporre a tutti i livelli il cosiddetto modello Verona, che alle ultime Amministrative ha fatto stravincere il candidato sindaco Flavio Tosi: la Lega non s’accorda con gli altri partiti nazionali ma stringe alleanze con liste civiche e movimenti territoriali. Ecco perché l’eventuale mossa di Formigoni potrebbe risultare decisiva per il futuro del centrodestra in una delle regioni più ricche del Paese e che i lumbard vorrebbero conquistare con un proprio uomo. Il presidente lombardo non ha ancora deciso cosa farà, ma per il presente ha idee chiarissime e sta parlando di macroregione del Nord (progetto che in via Bellerio preferiscono definire Padania). Le parole del governatore sono musica per i padani, che pure non vogliono farsi scippare il loro storico cavallo di battaglia, però gli uomini vicini a Maroni avvertono: il presidente azzurro vorrebbe cambiare la Costituzione e creare un’unica grande regione. Fondendo così Piemonte, Lombardia e Veneto più – eventualmente – Liguria, Emilia Romagna e Friuli. Però, spiegano gli amici di Bobo, così facendo potrebbe trovare resistenze da popoli fortemente identitari come i Serenissimi e non solo.

Ecco perché la Lega preferisce immaginare una federazione tra le regioni del Nord con l’ambizione di farne una solida realtà anche a livello europeo. Dietro le quinte, intanto, Formigoni accarezza anche l’idea di guidare un nuovo Pdl. Tutto lombardo e alleato con la Lega di Maroni.

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • valerio5

    09 Agosto 2012 - 15:03

    il celeste con gli sbirri alle calcagna, maroni leggevo che per anni ha usufruito di in posto barca in un porto di un paese poverissimo della sardegna, gratis ora il sindaco gli ha mandato il conto!!!!!! spero che paghi fino all'ultimo centesimo. questi non conoscono VERGOGNA e sono ancora li sul pulpito a prendere per il cu...lo le persone oneste!ora per cacciare lui chi impugnerà la ramazza? forse quello giovane , quello che dice sempre e soltanto una cosa, cambia solo le cfre: la PADANIA è stanca di dare una volta dice 50, poi 60, e poi ancora 70 miliardi al sud, a ora ricordo il nome Salvini, ecco di a maroni di andare a pagare il conto al che si aggira sui 29mila euro a questo paese della sardegna

    Report

    Rispondi

  • gispo

    09 Agosto 2012 - 15:03

    ...caccia un ladro dalla lega e ne vuole prendere un altro. La lega proprio non sa stare senza ladri, padania ladrona alla faccia di Roma ladrona.

    Report

    Rispondi

  • petergreci

    09 Agosto 2012 - 15:03

    La Lega Nord, effettivamente era riuscita a far passare il messaggio che tutti i mali vengono dal sud mentre al nord ci sono solo galantuomini. Stendiamo un velo molto pietoso sui rimborsi elettorali ma se andiamo a vedere cosa ha combinato quel partito quando è stato al governo con Bossi,Maroni, Castelli,Calderoli &C. sarebbe proprio il caso che il grande M.Monti rispondesse con una pernacchia alle interpellanze dei leghisti oggi all'opposizione, come se loro fossero stati fino ad oggi su Marte a coltivare radicchio.

    Report

    Rispondi

  • iltrota

    09 Agosto 2012 - 15:03

    Maroni e Formikone stanno solo annaspando per non affondare: il primo ha sulle spalle il poco che resta di un partito di fanatici razzisti avvelenati dall' acqua del Po; il secondo deve guardarsi dalla tempesta giudiziaria che lo travolgerà entro breve. Davvero un' alleanza sana e duratura quella che si prospetta!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog