Cerca

Pier&Pier

L'alleanza del vecchio
Casini aiuta Bersani:
"Meglio Monti di Renzi"

Alla Festa democratica, il leader dell'Udc elogia il segretario Pd: "Ha a cuore interesse del Paese". Obiettivo comune: emarginare il sindaco di Firenze

Lo sfidante fa paura al numero uno Pd in chiave primarie e all'Udc in chiave alleanze pre-elettorali
L'alleanza del vecchio
Casini aiuta Bersani:
"Meglio Monti di Renzi"

L'accordo c'è, ma non lo si può dire a voce troppo alta. Perchè gli elettori del Pd non possono sopportare Casini e gli elettori dell'Udc non sopportano il Pd. Ma Pierluigi Bersani ha bisogno di Pierferdinando Casini e Casini di Bersani. Solo così si spiega la scenetta che è andata in onda oggi alla Festa democratica di Reggio Emilia, dove è intervenuto il leader dell'Udc. Casini, che si è visto preferire Nichi Vendola dal segretario Pd appena poche settimane fa, ha avuto parole di miele per Bersani: "Sono suo amico e lo stimo. Ma ho stima nei confronti del comportamento che il Pd (guidato da Bersani, ndr) ha assunto in questi anni in Parlamento, perchè alla caduta di Berlusconi avrebbe potuto assumere un atteggiamento utilitaristico, andare alle elezioni e vincere. Invece ha fatto prevalere l’interesse del Paese".

L'elogio è poi proseguito su temi interni al Partito democratico, che dovrebbero riguardare Casini poco o nulla: "Prima di sostituire Renzi con Monti ci penserei due volte..." ha detto Pierferdy. Che tradotto vuol dire: "Prima di sostituire Bersani con Renzi io ci penserei bene". Eccola, l'alleanza del vecchio contro il nuovo che avanza. Perchè Matteo Renzi fa paura tanto a Bersani (in chiave primarie) quanto a Casini (in chiave alleanze pre-elettorali). Quanto alla "sberla" di qualche giorno fa, quando Bersani disse di preferirgli Vendola, Casini ha tirato fuori tutto ciò che ha imparato negli anni da democristiano, compiendo un autentico capolavoro: "Mi sarei meravigliato, e anche un po' imbarazzato, se Bersani avesse detto di preferire me a Vendola. Le nostre storie e quelle dei nostri partiti sono assai diverse e se oggi qualcuno dimenticasse la sua storia non farebbe un servizio al Paese. Ognuno deve portare la sua storia, la sua verità che magari potrà confluire in un sostegno a un Governo come è accaduto in questa legislatura". 

reggio emilia

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • momoti

    02 Settembre 2012 - 09:09

    un governo drovrebbe durare max 2 anni, se ha fatto bene lo teniamo altri 2 altrimenti fuori! idem camere e senato la politica dovrebbe essere una passione non un lavoro con tanto di pensione! cambiamo la legge elettorale, chi non fa bene lo mandiamo via a tempo indeterminato e senza pensione ovviamente

    Report

    Rispondi

  • momoti

    02 Settembre 2012 - 09:09

    fino ad ora hanno dimostrato solo interesse per il loro portafogli cambiamo la legge elettorale, governo non duri piú di 2 anni, se ha fatto male mandiamo tutti a casa, senza pensione ovviamente, se ha fatto bene proroga di 2 anni idem camera e senato, 2 anni e fuori dalle balle chi ha governato o chi è stato in parlamento non puó piú rientrare, faccia altro

    Report

    Rispondi

  • triestino48

    02 Settembre 2012 - 07:07

    Ma quesi due fanno proprio pena. Hanno paura che Renzi li mandi a casa, e veramente spero che li mandi a casa per vedere se cambia la maniera di far politica nel nostro paese.

    Report

    Rispondi

  • triestino48

    02 Settembre 2012 - 07:07

    Ma quesi due fanno proprio pena. Hanno paura che Renzi li mandi a casa, e veramente spero che li mandi a casa per vedere se cambia la maniera di far politica nel nostro paese.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog