Cerca

Piano "europeo" per il 2013

L'Italia in mano a Mario & Mario:
Monti premier, Draghi al Colle

Lo scenario di Dagospia per il dopo-elezioni: Prof a Palazzo Chigi ancora per un anno, il presidente della Bce al posto di Napolitano

Nel 2014 Monti verrebbe richiamato in Europa, come presidente del Consiglio europeo al posto del belga Van Rompuy

10 Settembre 2012

33
L'Italia in mano a Mario & Mario:
Monti premier, Draghi al Colle
Nel 2014 Monti verrebbe richiamato in Europa, come presidente del Consiglio europeo al posto del belga Van Rompuy

Doppia coppia: Mario & Mario. Potrebbe essere questo lo scenario politico italiano all'indomani delle elezioni 2013. Con Mario Monti ancora presidente del Consiglio e l'altro Mario, Draghi, presidente della Repubblica. L'attuale presidente della Banca centrale europea metterebbe a frutto così in campo nazionale i successi che sta mietendo in Europa in  tandem col suo omonimo presidente del Congilio italiano. Alla Eurotower (sede della Bce), Draghi lascerebbe il posto a un tedesco, che spianerebbe la strada alla rielezione della cancelliera Angela Merkel (in Germania si vota nell'autunno del prossimo anno). Lo scenario di fanta-politica continentale, dipinto dal sito Dagospia.com, si completa con la permanenza di Mario Monti a Palazzo Chigi anche nel 2013. Ma solo per un anno: una volta terminato "the italian job", il Prof diventerà presidente del Consiglio europeo al posto del belga Van Rompuy. A questo punto resterebbe da sistemare il futuro del terzo e ultimo Supermario made in Italy: Balotelli. Chissà che, stufo del gosspi britannico, l'eroe degli ultimi campionati europei non decida di arricchire col suo talento e le sue mattane il noioso campionato di calcio nostrano? In questo scenario definito dai poteri forti europei,  è legittimo chiedersi a cosa servano le prossime elezioni politiche. Semplice (secondo Dago): a definire i piazzamenti per le posizioni di rincalzo. Con Pierferdinando Casini che verrebbe "premiato" per il sostegno fornito a Monti con l'ennesimo posto di prestigio ottenuto pur stando alla guida di un partito di secondo (se non di terzo) piano: presidente del Senato.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Beppe.demilio

    11 Settembre 2012 - 06:06

    Monti ha fallito in tutto e la sua manovra economica non darà alcuna certezza futura solo tante promesse inesistenti, ora e sempre! Monti in Europa? Farà le stesse cose di Prodi,proteggerà i ricchi avremo una Europa islamizzata! E gli Italiani che fanno e faranno,NULLA!

    Report

    Rispondi

  • 654321

    10 Settembre 2012 - 19:07

    Il buco nero nella galassia del forum! Vorresti brillare come una stella, ma purtroppo sei un buco nero, li le stelle non ci sono! Prova in un altra galassia!

    Report

    Rispondi

  • aquila08

    10 Settembre 2012 - 18:06

    Monti ha fallito,in più ha l'aggravante di aver fatto la manovra da Macellaio con il solo scopo di salvare la Casta con i Burocrati,il PDL-PD-Terzo Polo-Lega-UDC e per non intaccare i loro privilegi e per non far saltare gli equilibri Spartitivi Istituzionali.Questo comportamento ci conferma che nella vita non si deve credere a niente,la religione serve solo per fare carrriera sulla pelle del popolo.Importante è farsi vedere che vai in chiesa,partecipare ai Funerali spettacoli sfruttando i morti per farsi vedere in prima fila,affinchè le telecamere possano inquadrarti per poi finire sui giornali con grandi titoli per attirare l'attenzione e per commuovere.Il peggio,dopo averci trascinato nelle tenebre delle fogne,i politicanti per coprire i loro affari di famiglia,hanno fatto guerre per imporre la loro Democrazia:filosofica Democristiana Comunista,Capitalistica Affarista,Clericale Speculativa ,distruggendo Nazioni ricche di Petrolio-Gas,seminando morte,sofferenze distruzione povertà.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media