Cerca

Controlli sui conti

Controlli sulle spese dei deputati
Figuraccia evitata in extremis

La giunta per il Regolamento di Montecitorio ha deciso che i bilanci dei gruppi saranno sottoposti al controllo di società di revisione esterne

Controlli sulle spese dei deputati
Figuraccia evitata in extremis

Figuraccia evitata in zona Cesarini. La Casta, dopo meno di dodici ore, ha ceduto. La giunta per il regolamento di Montecitorio ha infatti deciso all'unanimità che i bilanci dei gruppi della Camera saranno sottoposti al controllo di società di revisione esterne. Il testo dei relatori Gianclaudio Bressa (Pd) e Antonio Leone (Pdl) è stato approvato e integrato con il principio della verifica dei bilanci dei gruppi tramite una socetà esterna. 

La gara  Secondo quanto si apprende in ambienti parlamentari l’ipotesi sul tappeto sarebbe quella di individuare un’unica società esterna - chiamata a verificare i bilanci di ogni singolo gruppo - che sarebbe scelta dall’ufficio di presidenza della Camera attraverso attraverso una gara.  Ieri martedì 18 settembre, si era sollevato un polverone dopo che la Camera aveva votato contro la certificazione dei conti da parte di una società esterna. Subito dopo la diffusione della notizia, si solleva la protesta sia della gente comune che di alcuni politici: se i bilanci dei gruppi parlamentari sono puliti e regolari, che paura c'è di farli certificare da un soggetto indipendente? 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Alessandro1980

    20 Settembre 2012 - 04:04

    Ecco, fatta la legge,trovato l'inganno ! ! ! ci prendono sempre x il cXXo, che grandi politici che abbiamo ! ! !

    Report

    Rispondi

  • elenabaciu

    19 Settembre 2012 - 16:04

    dunque quanto ho capito noi popolo paghiamo,finanziamo i politici perche loro pensasero come spendere i soldi del finanziamento non sarebbe piu semplice non finaziarli oppure invece di finanziare loro dare questi soldi a che e veramente in difficolta . e vergognoso,un paese intero ha problemi per arivare alla fine del mese e loro si dano alla pazza gioia con soldi della gente E tanto che dico "lasciate ogni speranza o voi che andate a votare"io no

    Report

    Rispondi

  • marco1927

    19 Settembre 2012 - 15:03

    è stato fatto, ora il paese deve aiutare la politica a tornare grande, grande come un tempo ed utile democraticamente al paese. La dinamica di aggressività deve essere interrotta per dar modo alla politica di abortire il disegno diabolico di Monti e dei suoi complici. Inevitabile il dover cancellare lo schifo emerso in questi ultimi tempi ma se la politica si muove verso il cittadino starà a noi aiutarla ad essere quello che sempre è stata, ovvero fonte e principio di Democrazia, che non amo in sé ma che è l'unico a dare equilibrio ad un sistema complesso come il nostro.

    Report

    Rispondi

  • fonty

    fonty

    19 Settembre 2012 - 15:03

    Non servono ad una beata mazza, l'esperienza della parmalat ci insegna che si possono addomesticare come si vuole, la carta si lascia scrivere vero ? Bisogna curare il problema alla radice, abolire i vergognosi finanziamenti una volta per tutte.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog