Cerca

La carica degli impresentabili

Fiorito, Colosimo & Co: "Ci ricandidiamo". Alfano: "Finchè sono io nel Pdl, mai"

Il segretario lancia Rinascimento azzurro: "Serve un'assemblea e regole ferree per impedire nuovi casi Lazio. Pronto a un patto per non ricandidare tutti i segretari regionali"

Fiorito: "Mi ricandido, perché no?". L'ex cubista Colosimo, capogruppo: "Ormai è il mio lavoro". Battistoni: "Meriterei di diventare sindaco di Viterbo". A tutti loro Angelino sbatte la porta in faccia
Fiorito, Colosimo & Co: "Ci ricandidiamo". Alfano: "Finchè sono io nel Pdl, mai"

"Ho sentito il signor Fiorito dire che vuole ricandidarsi, ci dica con chi... Finchè io sarò segretario di questo partito non ricandiderò mai Fiorito". Angelino Alfano non usa mezzi termini e chiarisce la posizione del Pdl sul Laziogate che ha portato alle dimissioni della governatrice Renata Polverini. Nella conferenza stampa romana in via dell’Umiltà, il segretario azzurro ha esordito mettendo i puntini sulle i: "Il Pdl non è fatto da tanti Fiorito. Noi siamo di un’altra pasta e questo viene rappresentato non solo a parole ma con i fatti". Nel mirino finiscono i consigli regionali e l'obiettivo del partito sarà "individuare il modo di tenere ben distinti i costi di funzionamento dalla spese per la propaganda politica. Le spese per la propaganda non devono essere più spacciabili per costi di funzionamento del gruppo". I protagonisti del pasticciaccio di via Pisana, da Franco Fiorito a Carlo De Romanis, da Francesco Battistoni a Chiara Colosimo, si sono detti tutti pronti a ricandidarsi. "Perché non dovrei farlo? Non sono mica un ladro!". La neocapogruppo Colosimo, ex cubista al Gilda, ammette: "Questo è il mio lavoro, ormai". E ai fedelissimi l'ex capogruppo Battistoni confida candido: "Io sindaco di Viterbo? Me lo meriterei, diciamo la verità". "Sono pronto ad un patto - risponde loro idealmente Alfano - per non far ricandidare i consiglieri regionali di tutti i partiti presenti nel consiglio del Lazio". Più piazza pulita di così non si potrebbe. Da qui vuole ripartire il Pdl, magari con una grande assemblea con poteri esecutivi che imponga regole ferree per evitare nuovi 'casi Fiorito'. Quello che il segretario ha ribattezzato Rinascimento Azzurro.

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • brunicione

    26 Settembre 2012 - 09:09

    Se questo è il nuovo slogan del PDL, vuol dire che non si presenterà più nessuno

    Report

    Rispondi

  • frank-rm

    26 Settembre 2012 - 07:07

    Meno male che Alfano c'è, mai più Batman alle elezioni. Magari verrà sostituito da Spiderman. E non c'è nemmeno bisogno di Biancaneve al Parlamento, visto che c'è già e gira in dose massicce. Alfano sei un genio!!!

    Report

    Rispondi

  • blu521

    25 Settembre 2012 - 19:07

    Ma non doveva far dimettere la minetti? Decisamente uno che conta.

    Report

    Rispondi

  • emilioq

    25 Settembre 2012 - 19:07

    Se non siete proprio delle merde, questa è una affermazione scontata. Questi ladroni devono essere emarginati in via definitiva, non devono approdare ad alcun partito anche se partiti puttane ne esistono eccome e sicuramente li accoglieranno. Tirate fuori le palle se siete onesti e dimostratelo! Il popolo non ha alcuna fiducia nella classe politica e lo dimostrerà in caso di elezioni. Pulitevi ma seriamente!!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog