Cerca

Ma non aveva chiuso con Bersani?

Di Pietro: "L'Idv partecipa alle primarie del Pd"

Il leader dell'Idv prova a gettarsi nel mucchio selvaggio dei candidati: "Se saranno delle consultazioni di coalizione, anche io parteciperò"

Tonino disperato. Dopo essere stato scaricato da Grillo, prova ancora a ricucire col Pd. Lo stesso Pd che aveva ricoperto di insulti...
Antonio Di Pietro

Antonio Di Pietro

Ma come? Ci vanno tutti e lui no? E infatti. Eccolo, Tonino Di Pietro. Il leader dell'Idv è risorto. E in onore alla foto di Vasto (che ritraeva lui, Vendola e Bersani) vuole inserirsi nello psicodramma democratico. Quello delle primarie, appunto. Le consultazioni-fuffa varate da Via del Nazareno, che ha scritto un bel papello di regole assurde che hanno un unico fine: far fuori Matteo Renzi (che si è ribellato in un'intervista al vetriolo), il sindaco che vola nei sondaggi e che potrebbe infliggere l'ennesima umiliazione a Bersani e compagni. Ma chissenegrega delle regole, deve aver pensato Tonino. Che dichiara: "Se sono primarie di coalizione e di programma, a quel punto noi sicuramente parteciperemo". Quando dice "noi", Di Pietro intende l'Idv, ossia lui. "Potremmo appoggiare Bersani, Vendola o...Di Pietro", ha aggiunto Tonino, impegnato in una conversazione con i cronisti a Montecitorio. "L'importante è che queste primarie servano a fare chiarezza. Noi crediamo nelle primarie di coalizione e di programma - aggiunge -, non in quelle che portanoa  una resa dei conti in un partito. Se fossero primarie di coalizione, vi parteciperemo". Senza stare ad entrare nel merito delle posizioni del leader dei valoristi, una domanda sorge - comunque - spontanea. Ma come? Ma perché vuole partecipare alle primarie? Di Pietro non aveva forse definitivamente chiuso con il Pd, e lo stesso Bersani non lo aveva irrevocabilmente scaricato? All'interno del centrosinistra, a tendere la mano a Tonino, è rimasto solo e soltanto Vendola. Di Pietro vuole aggrapparsi alla mano di Nichi? Ma Tonino non era quello che strizzava l'occhio a Grillo (ma anche Beppe lo ha scacciato) e che sputava sui partiti, tutti, Pd compreso? Sì. Di Pietro è tutto questo. Ma nella babele democratica ci potrebbe essere posto anche per lui...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Bolinastretta

    05 Ottobre 2012 - 09:09

    questa giornata uggiosa era partita male: ma la risata che mi hai fatto fare le ha fatto prendere un altra piega!! WHHHAA AHAHA AHA AHH....

    Report

    Rispondi

  • arwen

    04 Ottobre 2012 - 19:07

    Propongo che chi si reca a votare per le primarie lasci traccia del suo DNA, così si potrà risalire alla scheda elettorale e controllare che abbia effettivamente votato a sinistra! Evviva Di Pietro...e che ci azzecca lui col PD? Mamma mia che casino!

    Report

    Rispondi

  • routier

    04 Ottobre 2012 - 17:05

    Scusate non ho capito: scuole o elezioni?

    Report

    Rispondi

  • Michele620

    04 Ottobre 2012 - 15:03

    ci sono anche io tra poco arriva l'altro e cosi si riformerà la famosa brigata. ops ovvero l'armata brancaleone con in testa il compagno generale bersanov non vedono l'ora di scalare la montagna per la conquista del potere ma troveranno sulla loro strada un piccolo caporale che cercherà in tutti i modi di fermarli questo eroe si chiama RENZI

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog