Cerca

Tutti in campo

Il Movimento Arancione c'è
ma De Magistris
non sa che farsene

Il sindaco di Napoli ammette: il manifesto politico è pronto, il simbolo c'è, resta da capire "con chi dovremo lanciarlo"

Il soggetto politico che coinvolgerà diversi sindaci e il mondo dell’associazionismo e dei movimenti avrà una valenza nazionale
Il Movimento Arancione c'è
ma De Magistris 
non sa che farsene

 

Il manifesto politico è "sostanzialmente pronto", il simbolo c'è, resta da capire la data e soprattutto "con chi dovremo lanciarlo". Il sindaco di Napoli Luigi de Magistris annuncia tempi strettissimi per la presentazione del movimento 'arancione', il soggetto politico che coinvolgerà diversi sindaci e il mondo dell’associazionismo e dei movimenti. "Potremmo lanciarlo anche stasera - spiega - ma visto che avrà una valenza nazionale ci stiamo sempre di più convincendo che c'è bisogno di entrare direttamente nella competizione elettorale". 

Per il resto è tutto pronto, ribadisce, "devo dare solo un’ultima valutazione su alcuni nomi che mi sono stati proposti". De Magistris si dice certo che il movimento "aprirà un percorso di maturazione politica ancora più ampio" rispetto a quello che ha caratterizzato la sua campagna elettorale per la poltrona di sindaco. "Terrà dentro diverse anime - dice - e coinvolgerà anche quelle componenti che in Consiglio comunale fanno parte del progetto politico". Il riferimento è alla polemiche tra il sindaco e alcuni consiglieri della lista civica 'Napoli è tua', che lo ha sostenuto, concluse ieri con l’abbandono di quattro degli otto  consiglieri, due dei quali si sono aggregati al nuovo gruppo 'Ricostruzione democratica', mentre gli altri al misto. "Non sono preoccupato - assicura de Magistris - trovo anzi fisiologico questo passaggio, perchè la lista civica era molto eterogenea, coinvolgendo persone provenienti da posizioni politiche diverse. Il Movimento terrà dentro diverse anime, quindi tutte queste componenti in Consiglio comunale faranno parte dello stesso progetto politico". E a coloro che si sono definiti delusi dal lavoro dell’amministrazione, il sindaco ribatte che "se loro si aspettano di più dalla Giunta, io mi aspetto da loro più proposte".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • roberto19

    roberto19

    05 Ottobre 2012 - 00:12

    C'è comunque una speranza: un giorno i colori finiranno!

    Report

    Rispondi

  • roberto19

    roberto19

    05 Ottobre 2012 - 00:12

    De Magistris ... un altro partito ... questo è uno dei motivi perché l'Italia è in queste condizioni. Ci sono troppi galli e le galline cominciano a scarseggiare.

    Report

    Rispondi

  • arwen

    04 Ottobre 2012 - 20:08

    Qui tra un po' pue il mio postino creerà un partito...tanto di sicuro non ci si rimette nulla!

    Report

    Rispondi

  • sardapiemontese

    04 Ottobre 2012 - 18:06

    vuole scommettere con me che in detta lista comparirà il nome ingroia?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog