Cerca

Il professore ricco

Monti, stipendio sobrio: guadagna 32mila euro al mese

Da premier disse: "C'è la crisi, rinuncio allo stipendio". Facile: dall'Ue ha un vitalizio di 9.000 euro, da Roma altri 20, da Università e banche altri "spiccioli". Evviva i sacrifici per tutti

Dagospia fa i conti in tasca a Mario, da Bruxelles alla carica di senatore a vita "regalatagli" da Napolitano. In attesa di arrotondare diventando consulente di prestigio
Monti, stipendio sobrio: guadagna 32mila euro al mese

 

Trentaduemila euro al mese: sì, 32.000 euro. Con questi soldi in tasca, sono capaci tutti ad essere sobri e misurati, a predicare rigore e sacrifici con flemma imperturbabile. Secodno Dagospia, a tanto ammontano gli emlumenti mensili di Mario Monti, il premier che nel novembre scorso al momento del suo insediamento a Palazzo Chigi in piena emergenza finanziaria del Paese promise agli italiani di rinunciare al proprio compenso da presidente del Consiglio. Così, della serie "siamo tutti sulla stessa barca".

E invece no, perché a fargli i conti in tasca di sorprese ne spuntano. O forse sarebbe meglio parlare, sottolinea Dago, di notizie stranamente taciute dalla stampa spesso plaudente e compiaciuta della serietà british o tedesca del premier. Serietà europea, si potrebbe dire, alludendo ai trascorsi di Commissario europeo di Monti. Che infatti grazie all'Ue guadagna circa 9.000 euro lordi mensili di vitalizio, secondo le norme fissate dal Consiglio d'Europa. "I commissari europei - scrive il sito di Roberto D'Agostino - godono di un regime fiscale infinitamente meno punitivo del nostro, moltiplicano per ogni anno di funzione l'emolumento base e guadagnano, nel caso di Monti, quasi il doppio dei tanto vituperati parlamentari italiani in sella per un ventennio". Oltre a Bruxelles, ecco arrivare (pochi giorni prima dell'incarico ufficiale di premier) anche la nomina a senatore a vita gentilment offertagli dall'amico presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano: 10mila euro e spiccioli lordi, più diaria da 3.500 euro mensili dal primo gennaio 2011, rimborso spese (altri 2.000 euro e spiccioli), rimborso forfettario per "spese generali" (1.650 euro), biglietti gratuiti per aerei, treni e navi, niente pedaggio autostradale e "assegno di fine mandato". Risultato: 20mila euro al mese percepiti grazie agli incarichi italiani. Certo, poi ci sono tutti gli incarichi privati: professore universitario e consulente di banche d'affari (in attesa di altri lauti incarichi nell'eventuale dopo-politica), si arriva rapidamente a 32mila euro. E poi parlano di sacrifici da condividere.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • colombinitullo

    07 Ottobre 2012 - 09:09

    le ricordo che il suo odiatissimo personaggio lavora e sono le sue aziende a procurargli il reddito mentre il cadavere è un parassita pubblico. Le consiglio inoltre di procurarsi un succhiello alla Guareschi per provvedere immantinente alla creazione di una terza narice per favorire l'uscita dei fumi tossici cerebrali che,come ognuno ben sa,sono dannosissimi per il libero pensiero.

    Report

    Rispondi

  • marco1927

    05 Ottobre 2012 - 13:01

    speriamo che Berlusconi non si sia rotto i coglioni dei tanti imbecilli che lo hanno per forza circondato e lasci perdere tutto. Oggi non vedo altri leader possibili e se non ne escono a breve, lui rimane l'unico possibile... le capacità ci sono ma poterle esercitare in Italia non sarà comunque facile.... vedremo!

    Report

    Rispondi

  • piccionesecco

    05 Ottobre 2012 - 11:11

    Tu hai scritto e riscritto che mai un essere umano ha mai scatenato in te tanto schifo ed odio come Monti! Un dipendente pubblico con potere e denaro a suo piacimento! Visto il disastro economico provocato da questo usuraio rivogliamo Berlusconi, il più grande Primo Ministro degli ultimi 150 anni, che ha promesso di abbassare le tasse e di eliminare Equitalia, la società voluta dai komunisti che pretende il pagamento dei canoni RAI degli scorsi anni!

    Report

    Rispondi

  • bruno osti

    05 Ottobre 2012 - 10:10

    Anche Burlesque godeva dei benefici che gode ora Monti; con la differenza che Monti si muove con auto privata e treno; Burlesque usava l'aereo dello Stato per portarsi le donnine in Sardegna (tranquilli, esistono le fotografie, ampiamente pubblicate). Anche Burlesque gode di entrate stratosferiche. Non ricordiamo alcun vostro commento al riguardo.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog