Cerca

Solo parole

Guai ai politici che taglieranno i tagli alle Regioni

Ci hanno sempre fregato con sforbiciate virtuali. Ora staremo attenti

6
Guai ai politici che  taglieranno  i tagli alle Regioni

 

"Eppure non riusciamo a essere felici. Eppure non riusciamo a crederci davvero. Lo diciamo quasi a malincuore, perché un governo che annuncia tagli agli sprechi dopo anni di “non si può”, “non è necessario”, “ma che dite?”, “parliamo di cose serie”, “non è questo il problema”,  dovrebbe riempirci di orgogliosa soddisfazione. Oggi dovremmo  essere qui a far festa, a dire «abbiamo vinto», «ve lo dicevamo». E  invece niente, proprio non ce la facciamo. Ascoltiamo e riascoltiamo il premier che sciorina la lista degli interventi, leggiamo con attenzione l’elenco delle misure, dispositivi e presunte garanzie, e riga dopo riga ci assale un senso di  fastidio, come una peperonata pesante che continua a venir su portando con sé succhi gastrici e domande. Anzi, una domanda soprattutto: stavolta com’è che ci fregheranno?". 

Il dubbio, come scrive Mario Giordano oggi, sabato 6 ottobre, su Libero, è legittimo. Del resto troppe volte i politici hanno promesso e mai mantenuto e ora è difficile credere che vogliano davvero fare qualcosa. Ma questa volta, continua Giordano, dobbiamo restare "vigili". "Controlleremo", "denunceremo chi farà ostruzione". "Guai a chi taglia i tagli".

Leggi l'articolo integrale di Mario Giordano su Libero in edicola oggi, sabato 6 ottobre 

 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • marcolelli3000

    06 Ottobre 2012 - 19:07

    i cittadini non devono fare proprio nulla per migliorare i modi: queasti maiali dei politici vanno presi a calci in culo, col mignolino alzato ma sempre calci in culo. Senno' non mollano i soldi. Faccio un esempio: dove sono le dimissioni dei maiali laziali che hanno promesso? a parole ma mica poi fatto, ci pigliano per il culo, vede? Questi capiscono solo i calci in culo, mi creda.

    Report

    Rispondi

  • marcolelli3000

    06 Ottobre 2012 - 19:07

    e dare tutta la colpa a lui, cosi' la gente si incazza e dimentica che gli altri continuano a papparsi i milioni pubblici come se niente fosse successo. Fare le sparate come celentano (che dice di dare i soldi in beneficenza ma poi non se ne sa piu' nulla) e' il modo classico di pigliare per il culo la gente. Stiamo sereni ma attentissimi, grazie a Libero per le continue verifiche.

    Report

    Rispondi

  • romaniko

    06 Ottobre 2012 - 19:07

    giri o navighi sul web, trovi di tutto, ormai è difficile ... 'non-sapere', il 'nentesacciu' tipico motto omertoso mafioso viene oggi stra-utilizzato proprio da coloro che vengono chiamati a giustificarsi in occasioni di ladrocini, malversazioni e quant'altro, .. ma poi, che fare dopo l'ennesima solenne [email protected]? Vediamo gli scandali romanici: comune e regione in un baillame vergognoso di scandali, ma tutti pensano di riproporre le loro candidature con certe facce di tolla. Andate per esempio su http://www.antonioborghesi.it/index.php?option=com_content&task=view&id=314 e poi su http://documenti.camera.it/votazioni/votazionitutte/schedaVotazione.asp?progrID=risultatidb&Legislatura=XVI&CDDANNO=2010&CDDMESE=09%20&CDDGIORNO=21&TipoRicerca=t&PAGESIZE=10&RifVotazione=371_1&tipo=dettaglio&PagCorr=1 la votazione dellla camera di ridurre i vitalizi per i nostri kasti,498 no su 520 votanti,abbiamo tutti i nomi e cognomi,quindi,che fai?La proposta fu bocciata perchè demagogica!Parola di PD!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media