Cerca

Verso il dopo Formigoni

Paragone: "Maroni vada fino in fondo
Per lui è il primo vero esame"

La Lega 2.0 deve dimostrare di volere davvero il rinnovamento. Per questo in Regione Lombardia non deve avere ripensamenti 
Paragone: "Maroni vada fino in fondo
Per lui è il primo vero esame"

Stavolta per il Celeste il cielo si fa scuro scuro. Dopo l’arresto dell’assessore Zambetti, la Lega è di fronte alla sua prova più drastica: uscire dalla maggioranza e dimostrare così di fare sul serio, oppure tenere ancora in vita Formigoni, accampare qualche scusa ma mandar a monte ogni buon proposito di rinnovamento. La decisione sembra proprio presa tant’è che oggi il segretario del Carroccio andrà con le sue richieste forte delle dimissioni presentate dai consiglieri lumbard. Lo sguardo dunque non è solo su Formigoni, il quale ha sparato tutte le cartucce, col risultato di non avere dissipato i dubbi sulle inchieste che riguardano Daccò e gli altri e al contempo di apparire attaccato alla poltrona. Lo sguardo ora è puntato anche su Maroni. L’uomo della Lega 2.0. L’uomo che ha spogliato la Lega dei suoi aspetti più folcloristici per impiantarla sul pragmatismo (qualità che all’ex ministro riconoscono anche gli avversari). Toccherà a lui dimostrare che avanza una ramazza anche per fare pulizia dentro il Pirellone. È la prima grande prova del fuoco dopo gli scandali di Belsito.

Leggi l'articolo integrale di Gianluigi Paragone su Libero in edicola oggi 11 ottobre

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • imahfu

    11 Ottobre 2012 - 19:07

    Tra donnette a pagamento, escort, ladri, mafiosi. Cosa volete salvare? Esperienza durata troppo e travolta dalle verità non piu' accantonabili.

    Report

    Rispondi

  • pinux3

    11 Ottobre 2012 - 13:01

    E' proprio se NON "sganciate" Formigoni che rischiate la "reazione a catena..." E poi, scusa, pensi veramente che il PdL, NELLE CONDIZIONI IN CUI SI TROVA, farebbe saltare le giunte di Piemonte e Veneto, con la certezza quasi "matematica" di perdere quelle regioni (la prima in favore della sinistra, la seconda, forse, della Lega)? Quello di Formgoni più che un "ricatto" mi sembra un BLUFF...

    Report

    Rispondi

  • Bolinastretta

    11 Ottobre 2012 - 12:12

    Non sono un leghista ma stimo molto Mroni. Sul fatto che si vanti di di aver menato più colpi alla mafia lui che chi che sia negli ultimo trent'anni é un dato di fatto, ergo: fa bene a ricordarlo non mi pare se ne sia mai vantato. In quanto a Saviano chieda lui scusa agli italiani per essersi arricchito copiando libri, copiando trasmissini, e costandoci un botto di soldi in scorte del tutto inutili!!!!

    Report

    Rispondi

  • bepper

    11 Ottobre 2012 - 12:12

    Ma Maroni non è stato il mininistro dell'interno che si vanta di aver ha menato più colpi alla Mafia? Lo dimostri con la tolleranza zero dovunque e faccia mancare l'appoggio al Celeste. Non si dimentichi poi, di chiedere scusa a Saviano.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog