Cerca

Terremoto Lombardia

Formigoni a Belpietro: la Lega ritiri le dimissioni
ma cadono anche Piemonte e Veneto

Formigoni a Belpietro: la Lega ritiri le dimissioni
ma cadono anche Piemonte e Veneto

E' il giorno più duro per Roberto Formigoni, nella sua intervista a "La telefonata" di Maurizio Belpietro in onda su Canale 5, prima di partire per Roma dove incontrerà Angelino Alfano e Roberto Maroni, il Governatore della Lombardia interviene sulla decisione dei leghisti di "staccare la spina" dopo l'ultimo scandalo che ha travolto il Pirellone, (l'arresto dell'assessore Domenico Zambetti con l'accusa di aver comprato i voti necessari alla sua elezione dalla 'ndrangheta). "I lombardi hanno eletto Formigoni,   come nelle regioni i lombardi eleggono il governatore, gli altri quasi  nessuno sa chi sono. I leghisti devono decidere: fanno parte di questa  alleanza che è nata tre anni fa contemporaneamente in Lombardia, in   Veneto e in Piemonte o se ne sfilano? Se si sono sfilati si mettono in  una posizione esterna e sarà Formigoni con il Pdl a decidere il da  farsi, andremo ad elezioni con una Giunta guidata da Formigoni e  assessori completamente nuovi e ovviamente tutto ciò avrà conseguenze anche in Veneto e Piemonte, perchè le tre Giunte sono   figlie dello stesso accordo politico". Poi la precisazione:   "Non è un ricatto o una ripicca-  Nel 2010 Lega e Pdl   decisero di presentarsi in alleanza alle elezioni regionali designando  due leghisti alla presidenza di Veneto e Piemonte e un pidiellino alla  Regione Lombardia. Il patto è uno solo, se qualcuno lo rompe da una   parte lo rompe dappertutto. Spetta a loro decidere se vogliono far   cadere le tre Giunte oppure se vogliono continuare a discutere insieme  su quello che si più opportuno fare. Se invece la Lega intende  continuare a condividere questo patto politico decideremo insieme il   da farsi e anche in questo caso la mia volontà  è molto netta: o Giunta nuova o si va ad elezioni". Formigoni, al telefono con il direttore di Livero Maurizio Belpietro, ha poi precisatoi il concetto: "I leghisti devono prima di tutto ritirare dimissioni se vogliono dialogare con il Pdl e con il presidente". Insomma, "non è che si può stare a cavallo un pò di qui e un pò di là. Devono decidere se fanno parte ancora di un’alleanza nata 3 anni fa contemporaneamente in Lombardia, Veneto e Piemonte"

Guarda il video dell'intervista di Maurizio Belpietro a Roberto Formigoni su Libero TV

La conferma "Se la Lega dovesse confermare che si è tirata fuori dai giochi andrò al rinnovamento completo della giunta o alle elezioni", precisa il governatore che spiega:  "Ho provveduto a prendere su di me le deleghe degli assessori dimissionari, non potevo lasciare sanità, agricoltura, territorio senza un punto di riferimento, quindi mi riservo nelle prossime ore di attribuire nuove deleghe" Il Governatore parla anche dell'assessore arrestato: "Zambetti è uno spergiuro, ha tradito la fiducia dei cittadini. Prenderò decisioni nette affinché la 'ndrangheta resti fuori dalle istituzioni".". Secondo il presidente, rispetto alle altre inchieste che hanno coinvolto esponenti del Pirellone, "il fatto di ieri è purtroppo uno scatto negativo straordinario", perchè fino a questo momento ci sono stati "capi d’imputazione per comportamenti privati, ieri c'è stato un salto di qualità negativo" e "anche chi lo ha segnalato e consigliato come vertice del Pdl ne dovrà rispondere".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ciannosecco

    11 Ottobre 2012 - 19:07

    Ma che cazzo sta a dì?La frana è solo nel tuo cervello. Siete morti e manco lo sapete.L'ultima primaria truccata vi ha fatto tirare le cuoia.

    Report

    Rispondi

  • helpid

    11 Ottobre 2012 - 19:07

    la lombardia è la regione meglio amministrata dell'italia, i migliori conti in sanità trasporti ecc., un bilancio invidiabile, ma i magistrati non riescono ancora a demolire quei barricadero, dopo 2 anni di indagini personali,al formigoni non si muovono accuse serie, non è ancora indagato,(sfido la metà degli italiani di farsi purgare a quel modo e restare puliti); credo faccia bene a resistere. Sono stato molto di diverso avviso con la polverini che è stata un disastro annunciato! Domanda: bravissimi i magistrati che hanno inquisito una 15na di assessosi e dirigenti lombardi ecc., ma nonostante tutto - LA REGIONE HA I CONTI IN ORDINE!- cosa troverebbero se andassero a ficcanasare in quelle regioni dai passivi spaventosi? Se ci sono montagne di illeciti in una regione -azzardo- 'sana', cosa potrebbero trovare i valenti e temerari magistrati se mettessero tutti gli amministratori italici sotto controllo telefonico? Che la mafia avrebbe invaso l'80% degli enti? Ma ke scoperta!!

    Report

    Rispondi

  • marco1927

    11 Ottobre 2012 - 19:07

    Formigoni e posso anche essere in accordo con lui se non si dimette. Nel nostro paese non è giusto perdere personaggi come lui che al massimo ha commesso errori di opportunità e non reati veri. La politica tutta subisce un duro attacco ed è giusto si ricompatti con coloro che non hanno commesso reati veri ed hanno amministrato bene caso per caso....il sig.Monti forte di questa situazione avanza a grandi passi verso la meta che è rappresentata dalla distruzione della nostra economia e del cittadino, se facciamo fuori tutti i politici chi cavolo ci rappresenta a brave? I politici in democrazia sono i soli che possono raddrizzare il paese, tanto vale dare possibilità a coloro che pensiamo possano aiutarci, è brutto da dire ma dei due mali io scelgo la politica anche perché Monti ed il governo tecnico hanno dimostrato tutto il disprezzo possibile verso il cittadino ed io non posso dimenticare questo fatto, avanti con chi possiamo apprezzare, mica sono tutti dei semplici magnaccia!

    Report

    Rispondi

  • tunnel

    11 Ottobre 2012 - 18:06

    Sig. Biasini,non è un ricatto, ma è un ammonimento al PDL,lui l'ha detto perché,l'assoluzione glie la può dare solo una persona e lei lo sa chi è. Vede, io lo scaraventerei in galera a pane ed acqua,fino a che non sputerà fuori, tutti i nomi, dei " Cascatori" ci sarà da ridere.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog