Cerca

Intervista al Sole 24Ore

Renzi si "compra" il ceto medio:
"Cento euro in più in busta paga"

Il "rottamatore" del Pd sulle tracce del berlusconiano "Meno tasse per tutti": "Se vinco io riduco il cuneo fiscale"
Renzi si "compra" il ceto medio:
"Cento euro in più in busta paga"

 

Alla fine, si va a parare sempre lì. Ai soldi nelle tasche degli italiani. Ci aveva puntato Silvio Berlusconi nel lontano 2001 con lo slogan "Meno tasse per tutti"; ci ha strizzato l'occhio Mario Monti qualche giorno fa, parlando di possibili tagli alle tasse "prima della fine della legislatura" e poi ancora mercoledì sforbiciando l'Irpef per le due aliquote più basse. E ci punta anche Matteo Renzi. Perchè hai voglia a rottamare, a rinnovare, a fare il giovane. Alla fine, la gente vuol sapere se con chi andrà al governo starà peggio o meglio.

E così, il sindaco di Firenze, in un'intervista al Sole 24Ore, è tornato prorpio sulla sforbiciata all’Irpef approvata dal governo nella recente legge di stabilità: "Temo che pochi se ne accorgeranno, si tratta di un vantaggio - peraltro ipotetico - di 10-20 euro al mese" ha detto. "Io, invece, propongo di ridurre il cuneo fiscale dando 100 euro in più al mese in busta paga al ceto medio. Mi sembra più serio". Come coprire la spesa? "L'intervento vale 20 miliardi di euro. Li si recupera tagliando del 15% la spesa intermedia dell’amministrazione pubblica e intervenendo anche su una parte dei contributi alle imprese secondo il modello Giavazzi. A quel punto tu dai 100 euro in busta paga all’operaio che guadagna 1.100 euro e ha due figli. Quel signore non è che 100 euro in più se li gioca, li mette nei consumi, così se ne avvantaggiano anche le imprese e l'economia, e allo Stato torna almeno il 21% sotto forma di Iva".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • stabilri

    12 Ottobre 2012 - 18:06

    Devi fare in modo che anche i tuoi colleghi politici siano tra i maggiori beneficiari...nel senso che se gli riduci lo stipendio a non più di 20.000 euri all'anno saranno i maggiori beneficiari della riduzione delle aliquote IRPEF

    Report

    Rispondi

  • eureka.mi

    12 Ottobre 2012 - 17:05

    E' in buon principio ma non potrà attuarlo, azzopperanno l'idea sul nascere.

    Report

    Rispondi

  • futuro libero

    12 Ottobre 2012 - 12:12

    finchè rimani nel PD non sei credibile. Non siamo tutti stupidi come il PD crede.

    Report

    Rispondi

  • fonty

    fonty

    12 Ottobre 2012 - 11:11

    A mio parere, Renzi fa un ragionamento sensato che fa anche l'uomo della strada, insomma chiunque abbia un po' di buon senso e voglia di fare del bene al popolo. Solo i professori, assorti nei loro astrusi calcoli matematico-finanziari con i loro sostenitori non ci arrivano, ma cosa stanno li a fare e sono pure pagati profumatamente...ah già, le banche, ecco a chi servono, devono salvare quelle italiane e soprattutto quelle straniere che sono piene dei nostri titoli di stato, in questo momento molto remunerativi, per cui non vogliono disfarsene ma vogliono garanzie che i lauti interessi vengano pagati da quei fessi di Italiani.

    Report

    Rispondi

blog