Cerca

Verso il 2013

Napolitano: "No a coalizioni vaste che non sappiano governare"

Il presidente della Repubblica parla di riforma delle legge elettorale e pensa all'incapacità di governare di vasti raggruppamenti. Pd e Sel sono avvisati

Napolitano: "No a coalizioni vaste che non sappiano governare"

Nomi Giorgio Napolitano non ne fa, ma il suo no deciso a raggruppamenti politici che non sono in grado di governare pare essere un messaggio, anzi uno schiaffo bello e buono a due compagni di sponda: Pierluigi Bersani e Nichi Vendola. Il contesto è una riflessione sulla tanto agognata riforma delle legge elettorale inviata in una nota alla Commissione Affari costituzionali del Senato: "Considero positivo l'avvenuto superamento, anche grazie alla tua costante attenzione e sollecitazione - scrive al presidente di Palazzo Madama Renato Schifani - di una situazione che vedeva trascinarsi da tempo, senza risultato, discussioni tra i rappresentanti delle principali forze politiche". Certo, gli ostacoli non sono ancora superati visto che tra premio di maggioranza e preferenze le opposizioni sono forti (proprio ieri, giovedì 11 ottobre, Pd e Idv hanno votato no all'ultima bozza), ma il Quirinale non rinuncia ad auspicare "con realismo e senso di responsabilità un ampio consenso parlamentare, al di là di ogni persistente diversità di punti di vista". Il guaio però è che dopo le urne, qualsiasi sistema sia in vigore, Porcellum o no, tocca governare. E come la mettiamo con la probabile coalizione di centrosinistra grande favorita nella primavera 2013? L'armata Brancaleone Pd-Sel non convince nessuno, e lo sa pure il Colle. Che non a caso esprime perplessità sia pur generali: "Le nuove regole consentano agli elettori di compiere scelte determinanti per la composizione del Parlamento, e di evitare il ricorso a incentivi e vincoli tali da indurre a vasti raggruppamenti elettorali di dubbia idoneità a garantire stabilmente il governo del Paese". Fuori di politichese, evitare le solite figuracce che, guarda caso, hanno caratterizzato i governi di sinistra nel 1996 e nel 2006.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • arwen

    15 Ottobre 2012 - 10:10

    Italia Repubblica Presidenziale, non di nome ma di fatto! Chi governa realmente in italia? Il sen. Monti, che comunque non ha ricevuto alcun investitura popolare, o il Presidente della Repubblica, anch'esso non eletto a suffragio universale, ma da una maggioranza politica ormai morta e sepolta? In entrambi i casi il fatto stesso che noi ci poniamo la domanda è la prova che questa non è più una democrazia e tanto meno una repubblica parlamentare. Ora Re Giorgio I dice no alle ammucchiate? Ma come, prima andava tutto bene purché si creasse un fronte anti Belusca, perchè ora no? Va bene l'ammucchiata puzzolente che sorregge questo governicchio fallimentare, dopo le elezioni no? Perché? Non è che Giorgio sotto sotto sta tramando per un Monti bis? Lo so che la mia non è un'intuizione geniale ma ormai il Presidente ha rotto gli argini, ha travalicato ogni sua prerogativa costituzionale ma nessuno ne parla. No alla riforma della costituzione, disse il PD, intanto giorgio se la è fatta da solo

    Report

    Rispondi

  • Phidry Hiellie

    13 Ottobre 2012 - 14:02

    ....ma chi è costui che appollaiato su un colle emmette oracoli, sentenze e bacchetta? CHI LO HA' VOTATO? Uno schieramento che ha perso le elezioni nele 2008? Il komunistone dovrebbe avere havuto a suo tempo la sensibilità ed il buon senso di togliere, senza se e senza ma, il disturbo fare su i suoi stracci e togliersi dai kolheotes visto che i komunistoni nel 2008 sono andati giù dallo sciacquone!!!! Ma no, al quiryquiry si sta troppo bene, 250.000.000,00 di bilancio all'anno, altro che champs elisè, buckingham palace, white house..... Amici Italiani per bene, mi dispiace rivelarvi questo ulteriore segreto, questo paese diventerà peggio della Grecia!!

    Report

    Rispondi

  • Phidry Hiellie

    13 Ottobre 2012 - 10:10

    ...Vi ricordate un mio post di circa 6 mesi fa dove Vi rivelavo che il supopostone monti ci sarebbe stato somministrato ogni 6 mesi senza pietà? Ecco fatto, non mi sono sbgliato, la scorreria barbarika della banda del kollonnellos montezzz delle notti scorse ha dimostrato che avevo ragione!!!!! Quel soggetto è talmente elementare, impreparato e ignoante di economia che i suoi poassi sono prevedibili fino a lontano futuro!!! kolonnellosss monteszzz fai schifo a noi Italiani per bene!!!

    Report

    Rispondi

  • Beppe.demilio

    13 Ottobre 2012 - 07:07

    Napolitano sa che siamo in dittatura visto che ha fermato la democarzia in Italia dandoci in pasto a un suo governo di ricchi intrallazzatori, sostenitori di grandi capitalisti, di banchieri, di grandi evasori fiscali , e della politica.Tutti i giorni predica cose che da quando è in politica (1955) non gli sono mai passate per la testa visto che le ammucchiate gli sono sempre andate bene quando a governare era la sinistra.Napolitano grande amico dei comunisti ex Unione Sovietica e dei potenti del mondo sa bene cosa significa essere spremuti e umiliati da pochi farabutti! Napolitano è un comunista alla vecchia maniera di quelli abituati a sfruttare la povera gente facendo ricadere le proprie colpe su altri. Da vecchio predicatore ,quale è sempre stato,non ha capito che gli Italiani ne hanno le balle piene di lui e di TUTTI quelli come lui.IPOCRITA !

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog