Cerca

Bindi, Turco, Fassino, Melandri, Finocchiaro. Ecco l'elenco di tutti quelli che devono mettersi in ginocchio

Dalla Melandri alla Bindi passando per Fassino, nel Pd sarebbero tutti da rottamare. Secondo il loro stesso regolamento. Come scrive infatti Pubblico, lo statuto del Partito democratico prevede un limite di mandati che però resta solo sulla carta. In teoria dopo tre volte i parlamentari non potrebbero più candidarsi. In pratica però i tre mandati non corrispondono a tre legislature ma a 15 anni di vita parlamentare. Ma c'è pure una deroga perché il Pd può decidere che il regolamento non vale per il 10% dei suoi. Insomma, nessuno viene cacciato.

L'elenco - Ma se qualcuno mai pensasse di applicarlo alla lettera allora rischierebbero i seguenti parlamentari: Massimo D'Alema e Livia Turco (7 legislature), Rosy Bindi, Pierluigi Castagnetti, Piero Fassino, Giovanna Melandri, Antonello Soro (cinque). In Senato Emma Bonino (radicale ma eletta nel Pd), Angela Finocchiaro, Franco Marini, Anna Maria Serafini, Giuseppe Lumia, Enrico Morando, Mauro Agostini, Enzo Bianco, Antonio Cabras, Franca Chiaramonte, Maria Pia Garavaglia, Marco Follini, Paolo Giarretta, Tiziano Treu. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • 19gig50

    16 Ottobre 2012 - 20:08

    La rottamazione non deve essee limitata al pd ma, deve riguardare tutti i partiti che hanno personaggi politicamente longevi. Hanno succhiato abbastanza o no??

    Report

    Rispondi

  • frank-rm

    16 Ottobre 2012 - 13:01

    Libero abbraccia le tesi di Renzi sul rinnovamento della classe dirigente del PD, ma non accetta possa essere Bersani a farlo. Un vero paradosso. Diversamente ciò dovrebbe valere per tutti i parlamentari per legge!!!!

    Report

    Rispondi

blog