Cerca

Schiacciato

Renzi "investe" D'Alema
con il camper

L'immagine di Baffino travolto dal mezzo del rottamatore fa il giro del web. Matteo si dissocia, ma la polemica è esplosa. Il Pd: "Vergogna, inciti alla violenza"

Renzi e D'Alema

Renzi, il camper "investitore" e D'Alema

 

Una lotta senza esclusione di colpi, quella interna alla sinistra. Una lotta che comprende anche l'investimento: il rottamatore Matteo Renzi "schiaccia" l'eminenza grigia Massimo D'Alema. Il camper con cui il sindaco di Firenze sta attraversando l'Italia per la campagna elettorale delle primarie ha infatti "investito", come dimostra la foto, una sagoma del Baffino. Una manovra - fotografica, sia chiaro - che ha alzato un vespaio di polemiche. Silvia Velo, deputata del Pd vicina a Renzi, ha commentato: "Si tratta di uno dei punti più bassi della poltica italiana. Con oggi ogni limite di decenza è stato superato. La foto che è comparsa su internet, con il camper con stampato a lettere cubitali il nome di Matteo Renzi che investe la sagoma di Massimo D'Alema, è uno dei punti più bassi della politica italiana".

"Noi non c'entriamo" - Pronta la replica di Roberto Reggi, portavoce della campagna di Renzi, che prende le distanze dalla "posa": "Ci dissociamo completamente e chiediamo che la foto venga ritirata dal web" (che equivale un po' al tentativo di prosciugare il mare). Lo staff del rottamatore ha poi puntualizzato che si tratta di un'iniziativa "di cui nessuno degli organizzatori e nessuno del comitato era a conoscenza. Condanniamo il gesto senza riserve". E ancora, Reggi ha aggiunto: "Siamo indignati. Noi siamo per un confronto aperto, franco, magari anche ruvido ma che non deve mai trascendere. Noi chiediamo a D'Alema di fare un passo indietro sulla ricandidatura, ma massimo rispetto per lui dal punto di vista umano e politico". Quindi la battuta: "Per noi D'Alema non si tocca, dobbiamo difenderlo dagli investimento, è il nostro maggior sponsor...".

"Vergogna" - Ma la presa di distanza non basta. La polemica, a sinistra, infuria. E la Velo ha aggiunto: "L'immagine evoca violenza, evoca la tragedia dei morti sulle strade su cui è una vergogna pensare di scherzare e, d'altra parte, fa il paio con quanto detto ieri dal coordinatore della campagna di Matteo Renzi, che si è augurato di veder passare i cadaveri nel fiume. Non si capisce come tutto questo sia compatibile con chi si vanta di fare una campagna elttorale con il sorriso sulle labbra".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • pinux3

    18 Ottobre 2012 - 10:10

    Prova a fare un attimo mente locale...Magari ci arrivi anche tu...

    Report

    Rispondi

  • antonioarezzo

    17 Ottobre 2012 - 19:07

    se qui c'e' un poveraccio sei tu e quelli della tua razza. guarda che il commento di piccioncino rispecchia perfettamente la realta' e' il comportamento classico dei sinistrati, smuovere polverone per delle scemenze ridicole perche' non si hanno argomenti. unica cosa, la pulizia andrebbe fatta da sinistra a destra passando per il centro, questo si. ma che i ocmpagnucci (tu compreso poretto ) siano maestri dell'infangamento, del discredito, del ridicolo e' risaputo nel mondo. ciao compagno, siete allo sfascio, anzi peggio, al ridicolo.

    Report

    Rispondi

  • Michele620

    17 Ottobre 2012 - 19:07

    inizia lo spettacolo se il partito vuole mi candido ma chi lo vuole la foto e di pessimo gusto. non si rende conto che oramai non serve più .e si faccia da parte a guardarli tutti i sinistri di vecchia data mi ricordano i caporioni russi negli anni 70.80 che si affacciavano sul terrazzo del potere con i classici cobalchi tutti sorridenti e con il braccio sin. alzato. ne vedremo delle belle da qua alle vot.

    Report

    Rispondi

  • bruno gualdi

    17 Ottobre 2012 - 19:07

    ma daiiiiiiiii. era una goliardata, uno scherzo, uno sberleffo. e che sarà mai. se invece di incazzarsi come bufali , i sostenitori di d'alema si fossero fatti una risata ( come tutti quelli che hanno visto la foto) sarebbe finita li. ma con tutte le cose importanti che si dovrebbero fare si perdono in uno scherzo. se d'alema con un po' di autoironia ( ma non l'ha)si fosse fatto una risata sarebbe tutto morto li. ma daiiiiiiiiiiiiiiiii.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog