Cerca

Faccia a faccia a Palazzo Chigi

Ddl stabilità, Casini vede Monti: "Non abbassiamo l'Irpef in cambio di aiuti alle famiglie"

Il leader Udc: "La legge verrà modificata, non siamo passa-carta. Ma i saldi resteranno invariati, non possiamo mettere a rischio l'apprezzamento dell'Europa"
Ddl stabilità, Casini vede Monti: "Non abbassiamo l'Irpef in cambio di aiuti alle famiglie"

 

"La preoccupazione del presidente è che i saldi rimangano invariati e che gli sforzi fatti dagli italiani non vengano messi a rischio. E noi siamo d’accordo con lui". Pierferdinando Casini esce dall'incontro con il premier Mario Monti a Palazzo Chigi con una certezza: la legge stabilità non verrà cambiata nella "quantità" dei tagli, ma deve esserlo nella qualità: "Vogliamo renderla più equa per le famiglie e per i ceti medio-bassi. Verrà modificata, perché noi non siamo dei passa-carta e Monti si è detto aperto a modifiche su Irpef e Iva". Il leader Udc, insomma, avrebbe strappato al professore, di cui è il più grande e convinto sponsor, una mezza promessa sui passaggi più spinosi del ddl: Iva e Irpef, appunto, due mazzate che non piacciono per nulla al Pdl e che aggiunte ai contratti della scuola (secco il no del Pd) e che mettono a rischio il passaggio in Parlamento.

Irpef e detrazioni - "Abbiamo esaminato i contenuti della legge di stabilità che il responsabile per l’economica del partito, Gianluca Galletti, approfondirà con il ministro Grilli. Noi apprezziamo l'idea del governo di procedere ad un abbassamento dell'Irpef", ha aggiunto Casini: "Il governo ha capito quello che gli italiani chiedono ma, allo stesso tempo, il governo non può rischiare di compromettere, oggi, i risultati raggiunti a livello europeo, come dimostra l'andamento dello spread". Nonostante questo, però, l'Udc "teme che l'abbassamento dell'Irpef, contemporaneamente con l'operazione sulle detrazioni, possa finire per penalizzare le famiglie monoreddito. Abbiamo quindi ipotizzato un intervento per le famiglie, che possa salvare le detrazioni, in cambio del mancato abbassamento dell'Irpef".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • encol

    23 Ottobre 2012 - 09:09

    "....non possiamo mettere a rischio l'apprezzamento dell'Europa " Ma questo farlocco dove vive? L'Europa ovvero la germania veramente sfrutta a piene mani la situazione garantendo liquidità alle proprie imprese a tasso zero, VIA SPREAD. Capisco che per il soggetto in questione il concetto è troppo complicato. Lui si limita a verificare che dal suo mensile di ben 15.800 euro non manchi un centesimo e che il suo futuro vitalizio sia garantito. Ecco noi abbiamo a che fare con questi individui: incapaci, fannulloni, ignoranti, presuntuosi, appunto FARLOCCHI.

    Report

    Rispondi

  • mircafarolfi

    23 Ottobre 2012 - 08:08

    Casini si sta battendo per noi.vedrete che botta!

    Report

    Rispondi

  • Beppe.demilio

    23 Ottobre 2012 - 06:06

    Casini è il solito buffone! Prima da il benvenuto alla manovra economica del governo Napolitano che colpisce duramente lavoratori e pensionati. Adesso vuole farci credere che è dalla loro parte e chiede modifiche sulle ultime demenziali iniziative dei falliti che ci governano. La mancata rivalutazioni delle pensioni per il 2012 e 2013 stando all'inflazione inventata, è al 3 per cento, Monti parla della riduzione d 1 punto irpef ma non dice fino a quale reddito.Aumentano l'iva e con tutte le tasse che ci hanno regalato ,grazie a Napolitano,parlano di un 2013 tutto di lacrime e sangue! Monti , Napolitano ,e i politici,si sono dimenticati dei 250 miliardi in nero depositati nelle sole banche Svizzere ,di cui ,il 20/25 per cento aspetterebbero all'Italia . Altri paesi hanno incassato! Monti rimanda l'accordo con la Svizzra perchè? Casini ha sempre camminato con la melma maleodorante fino al collo e non ne sente l'odore ,ha lo stomaco buono ,grazie a certi elettori! Svegliamoci

    Report

    Rispondi

  • carlo58

    22 Ottobre 2012 - 23:11

    sto vedendo porta a porta. quando parla casini, giuro, non lo capisco. anche se capisco cosa dove vuole andare a parare. come al solito.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog