Cerca

Verso il voto

Bersani: "Monti bis? Zero possibilità". Per il prof Quirinale o ministeri

Il segretario Pd avverte: "Il prof non tornerà in Bocconi, discuteremo cosa fargli fare". Dal Colle agli Esteri (o l'Europa), tutte le ipotesi

Il premier avverte: "Per me 15 mesi sono abbastanza, ma per uscire dalla crisi all'Italia ne servono di più..."
Bersani: "Monti bis? Zero possibilità". Per il prof Quirinale o ministeri

 

Su Mario Monti, il segretario del Partito democratico Pierluigi Bersani ha detto una frase ad effetto e una meno roboante, ma decisamente indicativa: "Zero possibilità di un Monti bis", ha caricato il leader Pd da Parigi, dove ha incontrato il presidente francese, il socialista François Hollande. Ma subito dopo, ha riaperto la porta di servizio al Professore: "Non credo affatto che una personalità come Monti possa tornare alla Bocconi, la Bocconi ne farà a meno". "Insieme a lui, se tocca a noi - ha concluso - valuteremo quale può essere il miglior contributo di una personalità del genere al nostro Paese". Che per Bersani il Monti bis debba essere un'opzione indigesta è cosa logica: da candidato premier (Renzi permettendo), ci mancherebbe che accettasse di farsi da parte nel caso gli italiani lo votassero a Palazzo Chigi. Quel che sa il segretario, però, è che difficilmente il Pd riuscirà ad avere una maggioranza ampia e tale da poter governare agilmente. Con Vendola, leader di Sel, a rischio condanna infatti si assottigliano i margini di manovra di Bersani, visto che l'Udc di Casini potrebbe essere sempre più attratta dall'area del Pdl post-Berlusconi


Tre opzioni per Monti - Cosa fare, dunque? Preparare il terreno per un governo di larghe vedute, diciamo così, disposto a scendere a compromessi anche spinosi. Per questo, l'ombrello di Monti non si chiuderà: un posto di prestigio in Europa? Una poltrona al Quirinale, da presidente e successore dell'amico Giorgio Napolitano? Oppure un finto ripiego, un posto da ministro (magari dell'Economia, o degli Esteri) che permetta al professore di dirigere i fili delle finanze o della diplomazia internazionale? Tutte ipotesi sul tappeto, non da ora e non per merito (o colpa?) del solo Bersani. Altre frasi sibilline le ha regalate, d'altronde, lo stesso premier. Nel faccia a faccia con il governatore della Banca Centrale d'Israele Fisher, Monti ha parlato di crisi, soluzioni, luci in fondo al tunnel. "Quindici mesi - ha detto riferendosi alla sua permanenza a Palazzo Chigi, dal novembre 2011 al marzo 2013 - per me personalmente sono abbastanza, ma per ristrutturare l'economia sono meno di quello che serve". In altre parole: fate come volete, ma chi si siede al mio posto sappia che si dovrà proseguire sulla strada del rigore, dell'austerità, dei tagli sanguinosi alla spesa pubblica e ai costi della politica. Compito ingrato, soprattutto per i politici nostrani. Che infatti potrebbero avere bisogno di un badante. 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • carlag

    26 Ottobre 2012 - 21:09

    Poverino, credeva gia' di aver vinto e si ritrova nemici e rottamatori in casa, nemici fuori casa e Monti di traverso. Ignorante com'e' deve essere proprio arrabbiato. Gli mancava cosi' poco e qualcuno vuole togliergli la poltrona di sotto al deretano. Vi e' cosi' cara questa poltrona, ladri di polli.

    Report

    Rispondi

  • c.camola

    26 Ottobre 2012 - 09:09

    Egreg.Sig. Bersani Vorrei tanto che il presidente della Repubblica Fosse scelto dagli italiani e non da un politico.Vedo che qualche cosa si sta muovendo con il Prof.Brunetta speriamo sia la volta buona per dare al popolo il merito di scegliersi un presidente per la loro Italia.

    Report

    Rispondi

  • Beppe.demilio

    26 Ottobre 2012 - 06:06

    Napolitano,il dittatore, ha nominato senatore a vita Monti e gli ha dato un governo di banchieri per distruggere l'economia del paese .Bersani garantisce un posticino a Monti senza considerare ciò che pensano e decidono gli Italiani. Si parla di giovani e di ricambi nella politica ma Bersani seguita a volere il vecchio!Monti non è giovane e non è un verginello della politica come vuole farci credere! Bersani è la riprova che gli Italiani servono solo per essere spremuti per bene e le scelte dei pappaoni seguitano a farle loro. Eppure è chiaro quello che abbiamo scritto in questi mesi. Riduzione dei parlamentari,limiti di età per essere eletti, numero di legislature, scelta del capo di governo e altro ancora. Il Presidente della repubblica non serve!! Questi politici devono capire una volta per tutte che il popolo è sovrano e le scelte le facciamo direttamente noi e non loro. Facciamoci sentire fin da subito altrimenti ci fregano e le cose non cambiano!

    Report

    Rispondi

  • wilegio

    wilegio

    26 Ottobre 2012 - 00:12

    Fra i due non saprei chi sia il peggiore! Se poi li mettiamo insieme, uno come p.d.c. e l'altro come ministro o p.d.r.... da suicidio!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog