Cerca

Partito nel caos

Di Pietro, l'Idv lo processa

Dalle urne siciliane una pesante batosta per il partito di Di Pietro: la candidata sua e di Sel, Giovanna Marano, raccoglie uno striminzito 6%
Antonio Di Pietro

Antonio Di Pietro

 

L'Italia dei Valori nella bufera dopo il pessimo risultato elettorale in Sicilia, ma soprattutto dopo il servizio della trasmissione televisiva Report di Milena Gabanelli che ha puntato le telecamere sui conti del partito e la gestione dei rimborsi elettorali. Si parla della moglie "tesoriera" e del figlio Cristiano diventato consigliere regionale a 22 anni e poi di 56 immobili acquistati dalla famiglia Di Pietro che, secondo il servizio della trasmissione della Gabanelli, sarebbero stati acquistati con i fondi del partito. Ma dentro l'Italia dei Valori c'è bagarre anche per i dati arrivati dalle elezioni in Sicilia: il candidato di Idv e Sel ha raccolto uno striminzito 6% dei consensi: oltre dieci punti più in basso del grillino Giancarlo Cancelleri. Massimo Donadi, capogruppo alla Camera chiede un congresso di partito (che si svogle oggi martedì 30 ottobre), spera che si sia trattato di un errore, magari dovuto "allo stile incalzante della trasmissione. Spero che nelle prossime ore Di Pietro precisi e cancelli quell'immagine imbarazzante, balbettante e incerta" che si à vista durante l'intervista a 'Report'. Ma, aggiunge quindi il capogruppo a Montecitorio, a prescindere "da questa mia fiducia", il tempo "dei partiti leaderistici e' finito, occorre un rinnovamento"

La difesa di Di PIetro arriva sul sul blog in cui annuncia: "Prossimamente, al fine di  soddisfare ogni legittima curiosità dell’opinione pubblica,   provvederò a pubblicare in Rete tutte le sentenze di condanna dei   miei diffamatori e il relativo risarcimento in denaro a mio favore,   isposto dai competenti Tribunali per ogni diffamazione subita. E ciò  anche a dimostrazione della legittima provenienza del denaro di cui ho  potuto disporre in questi anni". Lo scrive Antonio Di Pietro sul suo   blog.    "Fino a ieri sera -aggiunge- non sapevo di essere, addirittura,   proprietario di una cinquantina di case. Anche se, continuando con   queste ripetute diffamazioni, prima o poi, a quel numero potrei anche   arrivarci, grazie ai risarcimenti di coloro che mi hanno diffamato e   continuano a diffamarmi tutti i giorni".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • locatelli

    03 Novembre 2014 - 20:08

    a preso il 6% e sempre troppo con tutto quello che a rubato di pietro mi meraviglio che qualquno lo votino ancora pecoroni incalliti

    Report

    Rispondi

  • buonavolonta

    04 Aprile 2014 - 20:08

    ma chi gli ha coperto le spalle tutti questi anni

    Report

    Rispondi

  • cavezza54

    31 Ottobre 2012 - 07:07

    Carissimo Presidente, forse o più collera io che tu da Domenica 28/11/2012 giorno che non o visto la partita del napoli per stare attaccato alla trasmissione Reporte, la gente che mi vedeva mi diceva è il paladino della Legalità invece da Lunedì come sono entrato a Lavoro alle 07.00 la mattina mi hanno aspettato vicino al marcatempo, con insulti e sbruffate e questo è Antonio Di Pietro peggio degli altri per la vergogna mi sono chiuso nel mio ufficio e per tutta la giornata non mi son fatto vedere io lavoro all'Azienda dei Colli (C.T.O.) dove e stato ricoverato l'amico della segreteria IDV di Roma venne De Magistrisi è il Senatore Bellisario ero tutto contento ma da Lunedì a tutt'oggi sono diventato cos' triste che non mi do una ragione un saluto Antonio Cavezza Cicciano NA

    Report

    Rispondi

  • cicillo

    30 Ottobre 2012 - 21:09

    tonino tonino, mi fai pena barlucco. Si perchè chi predica bene e razzola male come hai fatto tu prima o poi c**** i nodi li incontra. E il tuo 1° nodo lo hai già trovato. Adesso occhio che te ne arrivano in faccia altri. Almeno si spera, così te ne torni a casuccia...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog