Cerca

Politici ingordi

La casta si taglia lo stipendio:
7.500 euro al mese possono bastare?

La conferenza Stato-Regioni per contenere i costi propone cifre da capogiro: 6 mila euro al mese ai consiglieri regionali, 7500 ai governatori

I nostri amministratori regionali così guadagnerebbero più di deputati o capi del governo esteri
La casta si taglia lo stipendio: 
7.500 euro al mese possono bastare?

 

Un governatore italiano che guadagna più del premier svedese con la pretesa di star contenendo i costi? Un consigliere regionale che incassa meglio di un deputato inglese dopo essersi ridotto lo stipendio? E' possibile, in Italia. I nostri amministratori si tagliano gli stipendi, ma ci costano comunque  più di quanto non pesino i loro colleghi stranieri (con cariche più prestigiose) sulle proprie comunità. Perché i nostri politici sono umili e hanno imparato la lezione della crisi (si fa per dire): ci dicono che vogliono ridurre i costi della politica, ma si garantiscono lo stesso una vita da nababbi.

La proposta - La conferenza Stato-Regioni starebbe definendo la propria proposta al governo circa il contenimento dei costi della politica. Secondo le indiscrezioni, l'intenzione è ridurre gli stipendi di tutte le amministrazioni regionali prendendo ad esempio quelle che adesso sono le più sparagnine: le retribuzioni, quindi, dovrebbero "limitarsi" a 6 mila euro al mese per i consiglieri (come in Emilia-Romagna) e a 7500 euro per i presidenti (come in Umbria). Il risparmio complessivo alla fine dell'anno per le casse dello stato sarebbe di 45-40 milioni di euro.

Quanta modestia - Al netto di tredicesime, quattordicesime, indennizzi, rimborsi e gettoni di presenza, lo stipendio annuo di un consigliere regionale ammonterebbe a 72mila euro. Poco? Mille euro in più dei deputati neozelandesi, duemila in più di quanto si vedono riconosciuti i deputati alla House of Commons in Inghilterra e i parlamentari svedesi, il doppio di quanto guadagnano i "diputados" spagnoli. E i governatori? Con 90 mila euro all'anno, la loro dichiarazione dei redditi è più grassa di quella del capo del governo spagnolo (stipendio fissato a 78mila euro) e più bassa di soli 5mila euro di quella del primo ministro inglese.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • giorgio_collarin

    31 Ottobre 2012 - 16:04

    postata da evasore 75,un po' di satira conviene!!! sono con encol, approvo tutti i passaggi proposti!!! 2.500 netti al mese come i grillini possono bastare e ne avanzano!!! siamo alla frutta e si accontentino ripeto di 2500 euro netti!!! per tutti i reggitori pubblici!!! formigoni e re giorgio compresi!!! hanno idee, si mettano in proprio e creino lavoro!!! senatori a vita da estinguere!!! pensioni d'oro da ridurre drasticamente!!! piccole province via da subito!!!idem per le mini regioni!!! idem per i mini comuni!!! azzerare gli enti inutili!!!

    Report

    Rispondi

  • arix

    31 Ottobre 2012 - 13:01

    sono più GRASSI rispetto alle altre Nazioni? Possibile che nessuno lo pensi? 1. I rappresentanti Casta,Regioni comprese,sono PIU' BRAVI,quindi meritano di più. 2. Se a qualcuno non piace questa verità, allora diciamo che sono PIU' BRAVI ad arraffare denaro publico! Quale delle due affermazioni è quella vera? Quale delle due affermazioni piace di più ai cittadini?

    Report

    Rispondi

  • Baraonda

    31 Ottobre 2012 - 13:01

    5.000 è pure troppo ..

    Report

    Rispondi

  • angelo.Mandara

    31 Ottobre 2012 - 11:11

    ...Sicuramente, non nei fatti e non in Italia. I ns. politici, arrivati ad un "isolamento" che dimentica che in un Paese, un territorio che non possiede risorse importanti,un Paese fortemente soggetto a forze sismiche che non permettono mai di stare tranquilli (con continui danni ciclici),Paese che prevalentemente poggia sulla forza lavoro (che neppure viene agevolata) e con la voluttuaria pretesa di un approviggionamento energetico dall'estero...ebbene, in questa Italia, ancora nel 2012, abbiamo un costo politico davvero sproporzionato, anche rispetto agli altri Stati più ricchi. Una casta di sceicchi (...e pure ladri) nella terra sbagliata. Regioni "sciolte"...dove si continua a prendere emolumenti ingiustificati. Con il mandato del Prof. Monti (in quasi scadenza) l'argomento rimane scandalosamente tabù...e se le cose rimanessero così, ben vengano i "rivoluzionari" alla Grillo. Alle prossime elezioni i votanti saranno ancora meno. Saluti. Angelo Mandara

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog