Cerca

Salsi

La grillina del punto g: "Le cinque stelle sono come Scientology"

Dopo il no ai talk-show di Grillo la consigliera passa al contrattacco:"Gli attivisti non sono preparati"

Federica Salsi

Il Movimento cinque stelle come una setta? Le regole e i diktat al silenzio già ci sono. Ma qualcuno come Federica Salsi, consigliera comunale a Bologna per M5S, e colpevole a dire di Grillo di andare a parlare nei talk-show, sbotta e non ci sta: "Ho aderito a questo movimento perché ne condividevo lo spirito e le idee, ma non voglio che si trasformi in Scientology o in un mostro sono andata a Ballarò per questo, e se queste mie parole serviranno alla maturazione di una consapevolezza che si sta imboccando una strada sbagliata allora saranno utili a qualcosa". E dopo aver incassato il colpo di Grillo la Salsi passa anche al contrattacco: "Lapidazione solo perché la pensi diversamente dal capo. E’ accettabile tutto questo?", si chiede. "È come dover chiedere permesso al padrone per esprimere una mia idea in quanto persona. Ma Grillo ha chiesto il permesso a qualcuno prima di candidare Di Pietro a presidente della Repubblica o quando deve chiamare Matteo Renzi ‘ebetino’?". Poi la consigliera invita anche a riflettere sulla natura stessa del Movimento: "Non potremo parecipare alla vita pubblica di questo paese con questa grettezza. Siamo un movimento, ma sembra a volte di comportarci come una setta", spiega. La Salsi è un fiume in piena e getta ombre anche sulla reale preparazione degli attivisti del movimento che devono fare politica. Per la Salsi sono incompetetnti: "Nelle Istituzioni e un domani in Parlamento si ritroveranno persone normali come me e queste persone non sono formate per i compiti che andranno a svolgere. Avere 80 o 100 parlamentari non preparati a quel compito e che sono stati votati per la loro storia o i loro meriti personali, ma semplicemenrte perché sono già dentro al Movimento è un rischio molto grande. Può andarci bene ma anche malissimo". Ora è guerra aperta fra la Salsi e Grillo. E le cinque stelle comiciano a brillare un pò di meno. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sciciulla

    06 Novembre 2012 - 13:01

    LE 5 STELLE brillano più di prima.Alla Sig.SAlsi chiedo scusa in nome di quei Grillini che le hanno rivolto aggettivi che non merita ma aggiungo che il suo operato non é stato in linea con le regole che lei stessa ha accettato per far parte del M5S e con il quale é stata eletta Consigliere.Ciò detto aggiungo,FORTE E CHIARO,che i media stanno cercando di far polvere per oscurare quest'astro ch'é il M5S.Pura demagogia,spudorate mensogne consapevoli,rivolte a frastornare quei milioni di simpatizzanti che malgrado tutto questo frastuono, andranno a portare fra quache mese il M5S al primo posto nello scacchiere parlamentare.La Salsi sapeva benissimo a cosa andava incontro e questo,purtroppo per lei,é stato il prezzo d'una notorietà mal calcolata.Le direttive date da GRILLO e CASALEGGIO sono il risultato d'una strategia politica messa a punto da anni,che si affinirà col tempo per poi trasformarsi nel più diretto contatto fra politicante e cittadino.Chi non vuol capire questo é in malafede.

    Report

    Rispondi

  • fossog

    06 Novembre 2012 - 12:12

    Mi sono rotto le scatole dei gladiatori della politica. Tutti siamo diversi, tutti possiamo sbagliare, tutti abbiamo modi diversi di ragionare, ma non poer questo dobbiamo farlo come Rinaldo in campo, con le armi in pugno al primo proferire parola. E lo dico ad entrambi i contendenti, anche se questo non mi impedirà di votare il movimento 5 stelle alle prox elezioni.... Non posso certo votare le trentennali bestie della vecchia politica, no ?

    Report

    Rispondi

  • sig.nessuno

    06 Novembre 2012 - 10:10

    Non riesco a capire il perché SE c'è una regola chiara per far parte del M5S "No interviste, no talk televisivi ecc ecc..." e la si accetta nel momento stesso in cui si decide di entrare nel M5S, appena acquisti un minimo di notorietà ti senti in diritto di infrangerla in base a motivi etici di qualsivoglia natura, Grillo diventa il diavolo, il M5S una setta. Perché non ci ha pensato prima? Ci sono mille partiti e partitini che non hanno tale regola. Per me molti usano il consenso del M5S per soddisfare le proprie voglie di "tronismo". La regola è una scelta mediatica ben precisa volta ad aumentare i consensi. Queste persone senza la mediaticità di Grillo sarebbero meno di 0. Cmq affari loro, alla fine chi se ne frega. L'Italia non cambierà né per il grillismo né per altro. Una volta prese le poltrone tutti pensano solo a come mantenerle con il minimo sforzo.

    Report

    Rispondi

  • futuro libero

    06 Novembre 2012 - 10:10

    basta arrivare e ognuno si prende tutto come i vecchi, anche e soprattutto i grillini.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog