Cerca

Abbiamo un problema...

Italia Futura, indagato il coordinatore nazionale

Federico Vecchioni accusato di aver ottenuto un finanziamento europeo per un parco eolico ma di aver affidato la costruzione alla società della moglie

Federico Vecchioni

Federico Vecchioni

 

Ancor prima di un eventuale ingresso in Parlamento, ecco i guai giudiziari per un pezzo da novanta dell'Italia Futura di Luca Cordero di Montezemolo. Nel mirino ci è finito Federico Vecchioni, imprenditore, e da un anno coordinatore a livello nazionale del movimento guidato dal presidente Ferrari. Vecchioni è stato rinviato a giudizio con l'accusa di truffa in relazione a un'indagine della Procura di Grosseto conclusa negli scorsi giorni sulla realizzazione di un parco eolico a Sticciano, nei pressi di Grosseto.

Il parco fotovoltaico - Nel mirino delle toghe ci sono finiti gli affari relativi al più grande parco fotovoltaico della Toscana. Si tratta di cinque ettari di pannelli montati sui cosiddetti "inseguitori solari" (apparecchi che simulano il comportamento dei girasoli, e si orientano automaticamente in base alla migliore esposizione solare). Gli inseguitori sono in grado di produrre oltre un megawatt di energia elettrica, che corrisponde, circa, al consumo annuo di 500 famiglie.

L'accusa - Secondo l'accusa, Vecchioni avrebbe ottenuto un finanziamento europeo per il parco eolico, ma la realizzazione dell'impianto è stata affidata ad un'altra società, "Il Ceppo", di cui il medesimo imprenditore è socio ma che fa capo alla moglie, Elisabetta Pasinato. Pure la Pasinato è finita nei fascicoli dei pm, indagata insieme a un altro amministratore della società, Giovanni Bonin. Secondo i magistrati, "Il Ceppo" non avrebbe potuto utilizzare i contributi europei che erano stati accordati a Vecchioni.

La truffa - Secondo i pm di Grosseto è stata compiuta una vera e propria truffa ai danni del Gse (Gestore Servizi Elettrici), gruppo che ha acqustato da "Il Ceppo" energia elettrica per un valore commerciale di alcuni milioni di euro. A Sticciano, per la realizzazione del parco eolico, sono stati investiti poco più di sette milioni di euro, quattro dei quali sono stati erogati dal fondo europeo.   

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • carlo58

    07 Novembre 2012 - 21:09

    non se ne salva proprio uno che è uno

    Report

    Rispondi

  • peroperi

    07 Novembre 2012 - 19:07

    State cercando di fare vuoto attorno al PLI con articoli che sperate facciano l'effetto Montanelli quando disse di votare DC turandosi il naso. Ma la gente è cambiata e non si turerà il naso rivotando Berlusconi&Co.sapendo benissimo per chi votare. Io lo votavo una volta perche' mi dava speranza, ora purtroppo mi darebbe certezza.

    Report

    Rispondi

  • Chry

    07 Novembre 2012 - 14:02

    Non mi stupisce, questi schieramenti di centro-destra entrano in politica per rubare

    Report

    Rispondi

blog