Cerca

A un anno dal crollo

Chi ha truccato le carte
per buttare giù il Cavaliere

Nell’estate 2011 i fondamentali dell’Italia non erano paragonabili a quelli spagnoli, ma il Fondo monetario accomunò i due Paesi. È ora di capire perché e grazie a chi

Mario Monti e Silvio Berlusconi

Mario Monti e Silvio Berlusconi

"Gli eventi dell’estate ed autunno 2011 che Libero, grazie alle investigazioni di Martino Cervo, sta iniziando a illuminare portano a sospettare che: (a) un conflitto tra attori politici sia trasceso al punto di danneggiare volutamente l’interesse nazionale per ottenere lo scopo; (b) l’Italia sia così destrutturata da farsi cambiare un governo democraticamente eletto da interventi esterni, con la collaborazione delle nostre stesse istituzioni; (c) la democrazia sia stata sospesa con una strategia di amplificazione artificiale della crisi che giustificasse procedure d’eccezione per gestirla. Il tema trascende le simpatie di parte e riguarda la sovranità ed il funzionamento della nostra democrazia. Per questo richiede un’indagine che accerti se sia stato un evento più involontario che volontario, un fatto isolato che non si ripeterà, oppure un sintomo di un male strutturale che va curato con discontinuità rigenerative non solo della politica, ma anche dello Stato", spiega Carlo Pelanda su Libero di venerdì 9 novembre. Il punto è che a un anno dal crollo, è sempre più chiaro il fatto che ci sia stato qualcuno che ha truccato le carte per buttare giù Silvio Berlusconi. Nell'estate del 2011, infatti, i fondamentali dell'Italia non erano paragonabili a quelli spagnoli, eppure - e questo è solo un primo esempio - il Fondo monetario internazionale accumunò i due Paesi. E' ora di capire grazia a chi, il Fmi, potè agire in quel modo.

Leggi l'approfondimento su Libero di venerdì 9 novembre

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • qe79yx

    09 Novembre 2012 - 19:07

    A noi Italiani non ci possono vedere e quello che mi meraviglia che gli stessi italiani non ancora se ne sono accorti !!!. Berlusconi è stato fatto letteralemnte fuori da accordi esterni ( penso anche servizi segreti ) in quanto da persona intelligenti qual'è stava andando troppo troppo avanti ( si vedano gli accordi con Gheddafi per il petrolio - ucciso dai Francesi con lasciapassare anglo-americano e con Putin per il gas !!!. Tutti accordi fatti per il bene dell'Italia ma che ponevano l'Italia in una posizione di troppo potere !!!. Anche i bembini sanno che il settore energetico muove il mondo !!!. Si dimentica forse l"uccisione" di Mattei !!! Anche cercato in tutti i modi di far cadere Berlusconi, non essendoci riusciti con i giudici ( tutti sinistri ) hanno avviato nei nostri confronti una vera e propria guerra finanziaria mettendoci contro tutte le agenzie di rating con risultati fasulli manipolati dagli anglo americani che hanno portato lo scompiglio e la caduta del governo.

    Report

    Rispondi

  • D.P.F.

    09 Novembre 2012 - 14:02

    Il lupo (lo zar del colle alto) potrà aver perso il pelo, ma il vizietto del golpe no di certo. Che non sapesse è inimmaginabile, del resto i suoi amici giudici una volta condannarono un'altra persona sentenziando che "non poteva non sapere". Le mie pochissime ed incerte nozioni di legge mi fanno supporre che questa sentenza faccia giurisprudenza e pertanto ... Cercando disperatamente un lato meno nero di questa aberrante vicenda, si potrebbe dire che il vecchio ci ha rifilato monti di cacca. La cosa peggiore é che i politici con queste azioni ci vanno a nozze e sono lungi dal criticarle, ancor meno da sollevare obiezioni. Per triste che possa sembrare l'affermazione la soluzione starebbe, anche se non democraticamente, in un nuovo Robespierre. A casa di questi in fondo dicono "à la guerre comme à la guerre" e, parafrasando Appelius, sorge spontanea l'invettiva "Dio stramaledica i nominati" (ed i nominatori).

    Report

    Rispondi

  • ilrobertino

    09 Novembre 2012 - 10:10

    facciamo il totonomi: napolitano? merkel? carlon debenedetti? tremonti? i magistrati "democratici"? le banche e i banchieri?

    Report

    Rispondi

  • blu521

    09 Novembre 2012 - 10:10

    Ai maestri del gioco delle tre carte la sentenza. Bananas!

    Report

    Rispondi

blog