Cerca

Un anno di tecnici

Monti, perché è un premier
da prima Repubblica

Monti, perché è un premier
da prima Repubblica

"Non mi piacerebbe restare premier", lo ha detto Mario Monti al Forum organizzato a Milano dal Financial Time smentendo di fatto se stesso: qualche giorno fa, invece, si era detto disponibile a restare a Palazzo Chigi se ce ne fosse stato bisogno. E' passato un anno dall'insediamento di Mario Monti. Un anno fa, per l'arrivo del governo dei tecnici si erano accese le speranze degli italiani che credevano di essere traghettati fuori dalla crisi. In modo più o meno indolore. Il prezzo pagato dai cittadini è stato altissimo e la crescita è lontana. Un mare di tasse, il rigor Montis non sono serviti a salvarci dal tracollo. Nell'analisi che Ilvo Diamanti fa su Repubblica in edicola oggi, Mario Monti viene tratteggiato come un premier da prima Repubblica.  "Il Montismo che decreta e declama la fine del Berlusconismo. Ma echeggia in qualche misura la nostalgia della Prima Repubblica: acuita dai nefasti della Seconda Repubblica. Perché, dopo quasi 20 anni di bipolarismo intollerante e antagonista, ripropone un governo di larghe intese. Come, in fondo erano i governi guidati dalla Dc. Il centro che teneva dentro tutto e tutti. Destra e Sinistra. E che assorbiva e aggragava tutti: socialisti e laici. La Dc. Riusciva a convivere - e a condividere  le scelte sostanziali - anche con il Pci", scrive Diamanti sottolineando come il montismo sia un governo condiviso, non diviso. E questo è stato possibile perché la marginalizzazione di Berlusconi ha resto possibile la coabitazione tra i nemici di prima. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • marco1927

    12 Novembre 2012 - 11:11

    oppure è un deficiente fatto Premier? io non ho dubbi, la seconda delle due e i fatti mi danno ampiamente ragione anche se lui insiste a fare il Salvatore. Ormai il gioco è stato scoperto e Monti non può più fregare nessuno... attacca i politici consigliando di non pensare a leadership, attacca noi cittadini con tasse assurde e poi ci viene a dire che le battute che lui ha fatto non le abbiamo capite...come a dire che siamo degli IGNORANTI, no e poi no, l'ignorante sei tu Monti, tu che hai gonfiato il tuo portafogli insieme ai tuoi amichetti e che hai riempito il tuo sacco di complimenti che nessuno ti ha fatto, tu che degli esseri umani non capisci niente, tu che di economia non sai altro che quello che hai letto nei libri,tu che non hai sembianze umane ma che vuoi gestire una massa di umani perbene e che nulla hanno fatto per averti come leader. VATTENE da dove il cretino Napolitano ti ha messo e lascia in pace i milioni di persone perbene che vivono in Italia. deficiente!!!!!

    Report

    Rispondi

blog