Cerca

Pulizie d'autunno

Grillo ne fa fuori un altro
Biolè deve lasciare il M5S

Il consigliere regionale del Piemonte deve dire addio al Movimento. La colpa? E' la terza volta che si candida. E in più ha sostenuto la Salsi contro Grillo

Nessuna pietà per chi non ci sta. Grillo chiama il suo avvocato e caccia via Fabrizio Biolè. Per chi non rispetta le non-regole del movimento la porta per l'uscita è sempre aperta
Beppe Grillo

Grillo sul palco a Parma

Sulla notte dei lunghi coltelli del M5S non sorge mai il sole. Continuano, silenziose le epurazioni. I capi di imputazione sono fondalmente due. La presenza nei talk show e il volersi ricandidare ad una carica elettiva per la terza volta. Stavolta a farne le spese è stato Fabrizio Biolè consigliere alla regione Piemonte. Con una lettera dell'avvocato del Signor Giuseppe Grillo, Biolè si è visto negare di fatto la sua partecipazione come attivista del movimento cinque stelle. La colpa è sempre la stessa. Biolè è già stato eletto due volte e per la terza non può fregiarsi del titolo di "grillino". Insomma Biolè deve rinunciare al movimento. E' fuori. "Su tali premesse Le comunico la decisione del sig. Grillo di revocare l’autorizzazione all’utilizzo da parte Sua del nome e del marchio del MoVimento 5 Stelle di cui egli è esclusivo titolare, invitandola a volersi astenere, per il futuro, dal qualificare la sua azione politica come riferibile al MoVimento stesso o, più in generale, come ispirata dalla persona del mio cliente". Scrive nella lettera l'avvocato di Grillo (leggi il testo integrale della lettera). Ormai l'epurazione viaggia sulla carta bollata. C'è un altro retroscena. Infatti Biolè aveva parlato a favore di Federica Salsi, la grillina da talk show attaccata da Beppe. Qualche giorno fa aveva dichiarato: "Al netto dalle critiche  che ognuno può porre in essere nel merito della stessa partecipazione alla trasmissione tv o del contenuto e dello stile degli interventi della stessa Federica, ritengo degradante e irrispettoso, l’aver traslato la critica dal piano di merito a quello di attacco machista". Una difesa della Salsi che forse gli è costata cara. Intanto sul nodo candidature la guerra e la polemica nel Movimento è sempre accesa. Nei giorni scorsi si dava per certa la candidatura di oliviera Beha a sindaco Di Roma. Grillo però oggi fa marcia indietro e smentisce. "E' destituita di qualsiasi fondamento la voce che il M5S e Beppe Grillo vorrebbero candidare, a sindaco di Roma, Oliviero Beha. La notizia, che e' stata prima riportata dal blog del popolare giornalista e poi rilanciata dalle pagine romane del sito di Repubblica, e' del tutto infondata perche' il M5S fa le sue scelte sui candidati in maniera trasparente e democratica". La precisazione e' stata postata sul blog di Grillo. Il leader Cinque Stelle inoltre fa capire direttamente a Beha che non è ospite gradito: "Tutte le proposte e le idee - si puntualizza ancora nel post - subiscono lo stesso iter: una volta che, dopo dibattiti sul forum, vengono ritenute valide si trasformano in sondaggi e poi votate. Il percorso per l'individuazione del candidato sindaco della Capitale si sta svolgendo con passione e determinazione e un dato possiamo affermare con certezza: non si chiamera' Oliviero Beha ma sara' un cittadino attivo del MoVimento 5 Stelle di Roma". Insomma Beha anche tu sei fuori. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • TheUndertaker

    13 Novembre 2012 - 16:04

    Questo è peggio di B., quello aveva i suoi interessi da difendere, ma non era pazzo (oggi non so). Ha peggiorato l'Italia, ma lentamente. Se per malaugurata avventura dovesse vincere, in sei mesi ci porterebbe alla rovina. Avete letto quello che chiama il suo "programma": tante piccole cose, alcune condivisibili altre no, ma nulla di organico. Non vorrei riuscisse ad incantare tante menti deboli di bananas in disarmo. Speriamo in bene ed in Alfano e Crosetto.

    Report

    Rispondi

  • ciprino

    12 Novembre 2012 - 22:10

    se hai veramente gli attributi, devi cominciare a "metterci la faccia" sul serio. Candidati alla presidenza del consiglio, smettila di tarpare le ali a coloro i quali hai "aiutato" a vincere e definito dei bravi ragazzi e porta a termine quella "rivoluzione" di cui andavi cianciando alle regionali siciliane! Diversamente, allo stato attuale, ti si potrebbe solo definire (sempre in modo comico, resta inteso) un coitus interruptus) Saluti

    Report

    Rispondi

  • albertodalecco

    12 Novembre 2012 - 22:10

    Non vi piace? Non votatelo. Chi se ne frega dei vostri ammonimenti: lo capite o no che più fate la paternale per dire cosa dovremmo fare secondo voi e più ci viene voglia di fare il contrario? Non c'è democrazia nel M5S? OK, abbiamo capito: per chi lo vota, conscio della cosa, va bene così. Rilassatevi e votate quello che piace a voi senza predicozzi.

    Report

    Rispondi

  • dulbecco2

    12 Novembre 2012 - 21:09

    questo è peggio di una setta..Italiani state attenti non fatevi incantare

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog