Cerca

La sfida della Leopolda

Anche Renzi ha il suo "piano B":
una corrente per scalare il Pd

In caso di sconfitta alle primarie il sindaco darà vita alla sua area. E nel frattempo spedisce i "suoi" guardiani anti-brogli per vigilare sulle consultazioni

Matteo Renzi

Matteo Renzi

 

"È la prima volta che lo dice. La prima che Matteo Renzi mette in conto un piano B. Nel caso perda, non sparirà. Farà una corrente, anche se non la chiama così. Darà un seguito al movimento di gente che ha deciso di seguirlo nell’avventura delle primarie. «Nessuno ci toglierà il fatto di stare insieme dopo», dice all’assemblea dei comitati, secondo giorno della convention alla Leopolda. Ed è una novità anche quell’avverbio: “dopo”. Perché va bene puntare su “adesso”, come dice lo slogan, ma anche il “dopo” è importante", spiega Elisa Calessi su Libero di sabato 17 novembre. Anche il sindaco rottamatore, il terrore di Pierluigi Bersani, insomma, ha un Piano B. Lo lascia intuire alla sua "Leopolda", a Firenze: Matteo è pronto a fondare una corrente per scalare il partito. In caso di sconfitta, Renzi darà vita alla sua area. Intanto manda dei guardiani anti-brogli a vigilare sulle primarie della sinistra.

Leggi l'approfondimento su Libero di sabato 17 novembre

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • stabilri

    17 Novembre 2012 - 12:12

    !

    Report

    Rispondi

  • alvit

    17 Novembre 2012 - 12:12

    Premetto che il partito di cui fai parte, al solo nominarlo mi fa venire l'orticaria, ma apprezzo lo sforzo che stai facendo per svecchiare lo stesso. Avrei piacere che ti facessero avere tutti i postati di questo giornale, quando si parla della competizione con il bocciofilo bevitore.Devi sapere, e sicuramente lo saprai, che non sei ben visto dalle cariatidi e dallo zoccolo duro dei komunisti, quelli che si professano partigiani, quelli dei centri sociali, gli sfascisti, gli ex\democristiani poi sono i peggiori, e allora ti chiedo, ma chi ca@@o te lo fa fare. Fai un tuo movimento, mandali a cag@re e poi vediamo cosa se ne faranno del loro 15/16&. Tanto il gay non ti vuole e il bevitore con il produttore di vino in cartone, ancora meno. Come farai e farete, tu e il tuo gruppo numeroso, rimanere seduti al tavolo con degli estremisti e gente che ti odia? Auguri, anche se in partiti opposti, ti auguro buon lavoro.

    Report

    Rispondi

  • piccioncino

    17 Novembre 2012 - 10:10

    L'unica cosa che, a mio avviso, Renzi dovrebbe fare (anzi,..meglio..avere già fatto)..sarebbe quella di lasciar perdere (e solo tempo, fiato, energie..sprecate)..quell'insulsa bandaccia di ferri vecchi arrugginiti di trinariciuti rintronati,..che non hanno nulla da dire, da proporre, da attuare (se non la cialtronesca/becera logica distruttiva all'amatriciana), stacandosi velocemente.. e dando vita ad una propria lista fatta da persone nuove, vispe, intelligenti, intellettualemnte oneste..Avrebbe una marea di adesioni..e vincerebbe le elezioni..dando una vera svolta positiva alla politica italiana.. ed al Paese..

    Report

    Rispondi

blog