Cerca

cavallino rampante

Montezemolo scende in campo: "Per il bene dell'Italia"

51
Luca Cordero di Montezemolo

Luca Cordero di Montezemolo

Luca Cordero di Montezemolo è ufficialmente sceso in campo. A Roma, alla convention "Verso la terza Repubblica", parte l'avventura del ressemblement dei centristi che sostengono l'ipotesi di un Monti-bis. Ipotesi che diventa certezza. Luca lo chiede ufficialmente al premier: "Noi non chiediamo al presidente del Consiglio di prendere oggi la leadership del nostro movimento, perché pregiudicherebbe il suo lavoro e non ce lo possiamo permettere: ci proponiamo di dare fondamento democratico ed elettorale al percorso intrapreso dal suo Governo perché possa proseguire". Insomma Monti adesso dovrà candidarsi con Italia Futura. Il messaggio è chiaro e diretto. 

Accolto come una star - Montezemolo ha parlato dopo esserestato accolto da una folla di giornalisti e di sostenitori. Nel suo discorso ha stilato il programma della sua lista. "Mai più accetteremo di vedere l’Italia derisa e disonorata, per questo scendiamo in campo. Siamo qui perchè vogliamo che inizi finalmente un capitolo nuovo della nostra vita civile e democratica, che metta al centro questa Italia, l’Italia che rema. Dobbiamo aprire la strada verso la terza repubblica", ha spiegato il presidente della Ferrari. 

Siluro a Berlusconi e il programma - Il discorso di Montezemolo comincia con una critica ad alcune dichiarazioni di Silvio Berlusconi:"Sostituiamo la retorica dei ristoranti pieni con quella dei brevetti registrati, dei monumenti restaurati o dei libri letti". Poi Montezemolo dice cosa vuole realmente fare criticando la condizione attuale del paese: "Non è più accettabile avere difficoltà a trovare i soldi per restaurare Fontana di Trevi o Pompei o piangere dopo l’ennesimo disastro idrogeologico e contemporaneamente spendere alcuni miliardi di euro per sanare i buchi di quelle amministrazioni locali che hanno costituito centinaia di società inutili e dannose, operato migliaia di assunzioni clientelari e perfino finanziato partiti defunti con il nostro denaro. Anche per questo lo Stato deve fare la sua parte ritirandosi dalle tantissime aree di attività generando intermediazione politica e corruzione mentre sempre più spesso non è in grado di assicurare risorse per le sue funzioni basilari". Sull'economia spiega: "I contribuenti onesti che pagano le tasse si domandano dove vanno a finire i soldi delle nostre tasse. Per questo riteniamo indispensabile rendere più incisivo il processo di spending review". Poi attacac gli evasori:"Dobbiamo affermare il principio che chi occulta il proprio reddito ed evade è un ladro esattamente come chi sperpera i soldi pubblici".

Anticasta  - Montezemolo capisce bene che per posizionarsi in un quadro politico già logorato deve anche lui mandare un messaggio anticasta. E lo fa senza farsi pregare. "Abbiamo bisogno di ridurre gradualmente le municipalizzate, trasformate in poltronifici ad uso dei politici trombati. L'unica patrimoniale da introdurre è quella sullo Stato. Questa è l’unica patrimoniale da introdurre. Questo servirebbe a liberare energie per la crescita, gli spazi per la libera impresa sono ancora limitati in Italia: avere paura della concorrenza significa non solo chiudere la porta allo sviluppo, al merito, ma anche all’occupazione". 

Elezioni fondamentali - Per Montezemolo il prossimo appuntamento con le urne è storico. " L e elezioni del 2013 saranno l'appuntamento piu' importante per questo paese da quelle del 1948.Nessuno potra' chiamarsi fuori - ha detto Montezemolo - nessuna maledizione ci condanna se non saremo noi stessi a volerlo". Infine il presidente della Ferrari ha detto quali sono gli attori protagonisti del suo programma di riforme: "Lavoro, impresa, cultura, giovani e donne "sono i pilastri su cui si deve ricostruire l'Italia".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • acstar

    19 Novembre 2012 - 09:09

    Sarebbe meglio che pensasse di più alla Ferrari ed ai treni ! In politica questo tipucolo insieme a "fallimonti" sarebbero un'altra coppia da ....sballo !

    Report

    Rispondi

  • gino45

    18 Novembre 2012 - 19:07

    Accidenti, mai avrei pensato che le montagne si interessassero di politica, Monti, Tremonti, Montezzemolo, peccato che non siano delle cime ma degli emeriti c.......

    Report

    Rispondi

  • Pirandellage

    18 Novembre 2012 - 18:06

    si sentiva proprio il bisogno del salvatore nr 2 che ancora ricordiamo per la disastrosa organizzazione dei mondiali di calcio del 90 che oltre inato i campiad aver sperperato un sacco di soldi e rovinato i campi di calcio non ci ha tramandato niente di bello e utile degno di nota.Per non parlare del suo tempo in confindustria e siccome sembra che anche il suo tempo in ferrari sia scaduto cosa c´é di piú nobile e altruistico se non quello di cercarsi una poltroncina a pensione eterna e come ombrello dei propri affari. Agnelli un giorno disse che Montezemolo non sapesse ancora cosa fare da grande. Teniamolo presente e ricordiamoci una volta per tutte che l´italia siamo noi e che se lo vogliamo i salvatori del suolo italico possono andare con i loro slogan a Pittolo e restarci.Che sogno di realtá sarebbe vederci compatti nel mandare a quel paese tutti, chissá, la speranza é l´ultima a morire dicono...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media