Cerca

Caccia ai delusi

Samorì, Preatoni e Montezemolo:
ecco i "nuovi" che avanzano

La maggioranza degli elettori di Berlusconi e Pdl, oggi, non sa più per chi votare. Ed ecco che così scendono in campo tre imprenditori, pronti a intercettarli

Samorì, Preatoni e Montezemolo

Samorì, Preatoni e Montezemolo

"È colpa della matematica se gli avvoltoi volano in cerchio, sempre più bassi. Nel 2008, anno delle ultime elezioni politiche, il Pdl ottenne il 37,4% dei voti. Oggi quello stesso partito (sondaggio Emg per il TgLa7) vale il 16,3%. Che fine ha fatto il 20% e passa di elettori che non risponde all’appello? La vulgata racconta che una parte è finita al movimento Cinque stelle. Vero, ma è una quota piccola: secondo le rilevazioni di Renato Mannheimer arrivano dal Pdl solo il 17% degli elettori di Beppe Grillo, che pesca soprattutto tra coloro che nel 2008 scelsero l’astensione. La grandissima parte di coloro che cinque anni fa misero la croce sul simbolo di Silvio Berlusconi oggi non sa chi votare. Milioni di italiani che non hanno alcuna intenzione di buttarsi a sinistra, non si fanno entusiasmare da Pier Ferdinando Casini (malgrado il crollo del Pdl, l’Udc è accreditata dai sondaggi degli stessi voti di cinque anni fa, e se non è un fallimento questo) e in pochi, appunto, rispondono al canto del Grillo. Di sicuro sono scettici o delusi da quello che vedono accadere nel Pdl. A conti fatti, dunque, c’è un 17-18% di voti in libera uscita dal Pdl, ostili a Pier Luigi Bersani e Nichi Vendola, ma intenzionati, al momento, a non partecipare alla gara. È su di loro che si è aperta la caccia: se qualcuno riuscirà a motivarli e sedurli avrà in mano la prossima legislatura. Un tesoro che fa gola a tanti", spiega il vicedirettore di Libero, Fausto Carioti, sul quotidiano di domenica 18 novembre. E in questa "caccia ai delusi" sono tre i nomi di spicco, alla ricerca delle loro prede. Si tratta di Giampiero Samorì, Enresto Preatoni e il più noto Luca Cordero di Montezemolo. Si tratta, putacaso, di tre imprenditori, come imprenditore era al momento della discesa in campo (ed è tutt'ora) Silvio Berlsuconi. E i tre imprenditori cercano proprio i voti della maggioranza degli elettori di Silvio che non sanno più chi scegliere.

Leggi l'approfondimento su Libero di domenica 18 novembre

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Laima

    24 Novembre 2012 - 20:08

    Caro presidente Berlusconi, Il signor Samorì ispira fiducia, e al Pdl farà solo bene o ad un nuovo movimento o partito, che spero sia nelle sue intenzioni, le auguro buon lavoro!

    Report

    Rispondi

  • pi.bo42

    19 Novembre 2012 - 14:02

    Dimenticavo c'è anche Bonanni (l'ingenuo sindacalista che ha creduto a Marchionne),così la formazione di battaglia è pronta, è coperta anche dalla parte del.....proletariato(sic!).

    Report

    Rispondi

  • uliclin

    19 Novembre 2012 - 07:07

    Tra chi vuole il Monti-bis palesemente e chi dice no, (ma è ovvio che non si tirerà indietro al sostegno in caso di 'necessità'), nessuno merita più di due pedate nel c*lo! Gli ex-elettori del Pdl voteranno solo chi è "sicuramente" un anti-vampiro!

    Report

    Rispondi

  • ciprino

    18 Novembre 2012 - 20:08

    e agli imbrogli. Tutti a votare. Saluti

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog