Cerca

Spot sfottò

La Porsche contro Monti: i tedeschi lo sfottono nella pubblicità

Lo slogan della casa automobilistica per incenvitare le vendite: "Il tuo sogno è possibile, non farti frenare dalla tassa sul lusso"

La Porsche contro Monti: i tedeschi lo sfottono nella pubblicità

«Il tuo sogno è possibile, non farti frenare dalla tassa sul lusso». In tempi di vacche magre, anche un must del lusso automobilistico come la tedesca Porsche ha dovuto aguzzare l’ingegno per affrontare possibili rallentamenti delle vendite dovute al bombardamento innescato dal governo dei professori che, a suon di sobrietà da esibire e da subìre (vedi alla voce impennata fiscale), ha ingaggiato una battaglia ideologica contro chi acquista beni di lusso, e per questo potenziale evasore. E così la campagna pubblicitaria per la nuova 991 (modello feticcio della casa di Stoccarda), affidata a Oliviero Toscani, è un inno all’acquisto contro le paure  di controlli fiscali («se ti fermano lasciali fare, se sei in regola controlleranno chi non lo è»), a favore dello «sviluppo di cui tutti parlano». Perché «l’Italia ha bisogno dei miei cavalli, e anche tu».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • borotalco

    21 Novembre 2012 - 14:02

    ahahhaha quello che per rientrare nel giro delle commesse pubblicitarie ha dovuto fare l'anticamera in tutte le tv per sparlare di Berlusconi..da ridere

    Report

    Rispondi

  • sebin6

    20 Novembre 2012 - 19:07

    perchè hai ceduto il potere a monti; vedi quanti postano a tuo favore, TU almeno ci illudevi e facevi ridere il mondo intero; saremmo falliti, ma col sorriso sulla bocca.

    Report

    Rispondi

  • antonioarezzo

    20 Novembre 2012 - 19:07

    aggiungo...ricordiamoci i due maro'... col Berlusca sarebbero a casa da un pezzo !!!

    Report

    Rispondi

  • kayak65

    20 Novembre 2012 - 18:06

    forse lei non ricorda il g8 dell'aquila.allora c'era berlusconi e tutti i grandi si impegnarono ad adottare una chiesa o un bene pubblico per la loro ricostruzione e lo fecero o lo faranno. se non fosse stato credibile berlusconi pensa che cio' poteva avvenire?inoltre allora la situazione italiana, e me lo lasci dire da italiano che risiede in italia non era cosi' grave come adesso.basti pensare il costo dell'energia,aggravata dalla patrimoniale monti,l'aumento spropositato di tasse che ci ha fatto salire al primo posto mondiale senza che il debito sia sceso(anzi aumentato di 6 miliardi).tornando ai ns disastri,e' forse monti riuscito a portare qualche leader mondiale a visitare l'emilia?abbiamo rischiato fino qualche giorno fa'di non vedere i congrui contributi europei per tale calamita'segno che monti non vale quello che dicono.caro noidi ritorni in italia a vivere con lo stipendio di 1000€ poi capira'cosa significa la credibilita'di monti in italia e all'estero

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog