Cerca

Pantomima a Montecitorio

Idv a pezzi, Fini salva Di Pietro. Il Pd: "Gianfry, sciogli il gruppo". I dipietristi: "No, salva 40 precari"

Con l'ultima fuoriuscita viene a mancare il numero minimo richiesto alla Camera. Il presidente nicchia, il democratico Giachetti non ci sta e su Twitter si scatena la bagarre
Idv a pezzi, Fini salva Di Pietro. Il Pd: "Gianfry, sciogli il gruppo". I dipietristi: "No, salva 40 precari"

 

di Paolo Emilio Russo

Il gruppo a Montecitorio dell’Idv perde altri due deputati e scende a 17 componenti. Le agenzie di stampa non fanno in tempo a battere la notizia che Roberto Giachetti, deputato del Pd che vive su Twitter, stuzzica Gianfranco Fini e gli chiede di sciogliere il gruppo. Il gruppo dell'unico partito che cinque anni fa era alleato col Pd. Così facendo, però, condannerebbe al licenziamento una quarantina di lavoratori del gruppo Idv: segretari, addetti stampa, avvocati degli uffici legislativi. Giachetti non se ne cura. Così come il rischio di avere "esodati" della politica a tre mesi dal voto. Alcuni di questi lavoratori non la prendono bene e si scatenano su Twitter contro il deputato. "Ma sai quanti lavoratori vanno a casa?", risponde. "Mettitela una mano sulla coscienza", scrive @GianlucaDe Filio. E @mallegruc lo smaschera: "Nel 2006 ci fu la deroga di Fausto Bertinotti per Rosa nel Pugno a 17 deputati, e la Rosa dovresti conoscerla”. Giachetti vanta, infatti, un passato da Radicale. La polemica si allarga su Twitter e il deputato non ne esce bene. Non manca un accenno alle primarie: "che gli frega dei lavoratori a @bobogiac, ora è renziano e marchionista e si preoccupa solo dei soldi a Radio Radicale". Infine, per scherzo, arriva la proposta, che incassa molti retweet: "Se ci licenziano andiamo tutti a mangiare a casa di Giachetti". Proposta subito accolta da @elvikkia che chiede "per me amatriciana e carbonara grazie!". Giachetti non replica a nessuno, forse per evitare che la sua inflessibile quanto legittima iniziativa politica, si trasformi in un scontro tra lui e lavoratori precari che provano a tutelare i pochi mesi di stipendio rimasti.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fonty

    fonty

    24 Novembre 2012 - 11:11

    Ma che ti sei bevuto ? Dipietro un signore del parlamento ? Ma se è la reclame del bifolco, quello che ogni tanto si vede nei film con la parlata contadinesca e l'aspetto simile. Però devo dire che è molto furbo e scaltro, dote che in politica è necessaria per sopravvivere e far carriera(rubando).

    Report

    Rispondi

  • pinux3

    23 Novembre 2012 - 06:06

    Ritiro la risposta precedente, pensavo che ti riferissi all'altro mio post...Che D'Alema abbia comprato dei parlamentari è tutto da dimostrare, in ogni caso non è che questo "giustifichi" certi comportamenti...(come dire: siccome rubano gli altri allora è giusto che rubi anch'io...)

    Report

    Rispondi

  • pinux3

    23 Novembre 2012 - 06:06

    Vedo che non hai capito una mazza di quello che ho scritto, ma per un banano come te forse è "normale"...

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    23 Novembre 2012 - 05:05

    Per delinquenti ci riferiamo ai due avvocati di Di Pietro,uno arrestato l'altro inquisito.Quando deciderai di non scrivere idiozie,faccelo sapere.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog