Cerca

Il vecchio che avanza

Donadi si rifà il look
Nasce: "Diritti e libertà"
E Di Pietro ora è da solo

Il dissidente ora va per la sua strada. Nuovo movimento, porta con sè mezzo Idv e lascia Tonino in alto mare con la nave che affonda

Una nuova avventura per dimenticare l'Italia dei Valori e tornare in pista con Bersani.
Massimo Donadi
Il vecchio che avanza - Massimo Donadi ormai ha preso il largo. Antonio Di pietro è rimasto sulla nave che ormai è quasi affondata aggrappato all'albero maestro. Il capo dei naufragli dell'Idv, Donadi ha fondato un movimento tutto suo. Sulla zattera si è portato anche Nello Formisano, Stefano Pedica, Giovanni Paladini e Gaetano Porcino. Il movimento si chiama Diritti e Libertà. Massimo Donadi ora vuole appoggiare senza se e senza ma Pierluigi Bersani. Tonino sta perdendo su tutta la linea. Prima lo mollano in alto mare con un partito a pezzi e ora fanno i Tonino-bis in una coalizione di centrosinistra. L'ex capogruppo alla Camera dell'Idv vuole rifarsi il look:" Il nostro è un partito a energia pulita non chiederà mai i fondi pubblici, ma andrà avanti con i contributi dei cittadini e che non candiderà condannati e si fonderà sulla legalità". Insomma Donadi vuole mettersi in proprio e lo fa seriamente. 
Tonino come l'ha presa?  - Sul passato è severo: "E' finita l’epoca dei partiti padronali, dell’uomo solo al comando in cui non c’è democrazia, la legge elettorale vigente è la prova che chi non ha democrazia al proprio interno non può produrre democrazia nel Paese. Il nostro è un partito che mette avanti il progetto di squadra, di collettivo. Il nostro è uno dei pochi partiti che nascerà non avendo nessun nome di persona nel proprio simbolo, non ha un presidente, un segretario, ma ha un portavoce. La politica non si fa con i leader carismatici, con i faccioni in tv e i salvatori della patria". E' finito il tempo del tutti uniti per Tonino. Di Pietro ha già perdonato il suo figlio ribelle: "Sono molto contento di aver portato brave persone in Parlamento e mi auguro che possano continuare a fare politica e confrontarsi nel merito con noi. Non c’è nessuna polemica". E Donadi gli risponde così:"Non sarò mai un rancoroso, ne voglio ricordare tanti momenti buoni e battaglie belle. Il suo errore più grande è stato l’aver detto che il governo Monti è sbagliato, ma aver rotto il centrosinistra che, vincendo le elezioni, sarebbe l’unico soggetto politico in grado di impedire un Monti bis". La nuova strada di Donadi è però un duro colpo per l'Idv. E il nuovo capogruppo Antonio Borghesi dice: "Siamo stati investiti da un tir e ora ci vogliono dare il colpo finale". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • foxyfoxy

    24 Novembre 2012 - 13:01

    Era solo una scusa per avere soldi e privilegi l'Anti-Berlusconismo! Capito testa di c...o vai a lavorare! Alla mattina alle a portare fuori immondizia a 700 euro al mese. Altro che movimenti per la giustizia legalità e cazzate varie. Andate a lavorareeeeeeeeeeeeeeee!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • raucher

    23 Novembre 2012 - 12:12

    alla ricerca disperata di una poltrona qualsivoglia , purchè una poltrona sia .Certamente più sicura in coalizione col PD che con un Tonino defunto politicamente.

    Report

    Rispondi

  • giancarlop

    23 Novembre 2012 - 11:11

    Ad esempio, il diritto ad essere giudicato imparzialmente, da un giudice che non ha legato la sua carriera ad una corrente politica, la libertà di fare impresa rispettando le regole ma senza aspettare anni per un permesso incompetente. Caro Donadi, sei dalla parte sbagliata per garantirmi certe aspettative.

    Report

    Rispondi

  • Maschiosfrontato

    22 Novembre 2012 - 20:08

    non bisogna più parlare di partiti ma di movimenti...di merda. Bene, un altro politico con un carisma uguale a zero che ha capito tutto dalla vita(politica) e da ciò che ha imparato dal suo grande maestro tonino da montenero. Ha capito che oggi per essere vincente bisogna fondare un movimento non un partito, che bisogna rifiutare i rimborsi elettorali ecc. ecc. ecc. ma fino ad oggi dove sei stato, dove hai vissuto, dove lavoravi?!? Mi sembra Fini. Chi pensa di poter incantare il sig. Donadi??? Crede veramente che sia sufficiente per rinnovarsi cambiare nome, saltare di qua e di la della staccionata. Povero illuso e aggiungo fesso. Con le prossime politiche sparirete tutti dalla platea politica, perchè la credibilità l'avete persa molto tempo fa, avete rovinato l'Italia rubando e depredando il popolo italiano, quello che lavora onestamente. Quel popolo che sarà capace di mandare a casa tutta la classe politica non appena ne avrà l'opportunità, siete dei maiali...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog