Cerca

Mestrina sensibile

L'ultimo pianto di Elsa: sconto la mia condizione di donna

Il ministro contestato a Venezia si lamenta ancora del sessismo nel governo

L'ultimo pianto di Elsa: sconto la mia condizione di donna

Piange ancora la maestrina Elsa Fornero. Piange perché sconta il fatto "di essere un ministro donna". Lo aveva detto ad agosto durante una contestazione degli esodati e lo ha ribadito anche oggi che è stata contestata dagli studenti a Venezia dove era volata per il convegno "Tempo di donne: crescita economica e diversità di genere". Ad una domanda sul tema, il ministro del Lavoro ha risposto di aver scontato la sua condizione di donna: "Ho già detto pacatamente di sì e ripeto, pacatamente, di sì".

Il precedente - Insomma, il ministro del Lavoro si lamenta ancora parlando di sessismo nel suo governo, quando le ministre Cancellieri e Severino, che godono del massimo rispetto, non hanno mai fiatato sulla loro condizione di donna. Tant'è. La Fornero forse troppo sensibile piagnucola ora come piagnucolò questa estate al Mix Fest: "Non avevo prefigurato questa situazione così difficile, anche psicologicamente, quando Mario Monti mi chiamò per fare il ministro. Non avevo previsto la cattiveria", si era sfogata allora: "Mi dicono che queste sono le regole, ma perché non cambiarle? E poi mi chiedo se forse tutte queste critiche derivano dal fatto di essere un ministro donna".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • D.P.F.

    24 Novembre 2012 - 10:10

    Avrebbe rifiutato un compito per cui non si sentiva all'altezza. Alternativamente, constatata la propria incapacità, avrebbe passato la mano a chi fosse in grado di assolvere il compito. La professorina invece crede essere sempre in cattedra senza voler capire che anche quella posizione può e deve essere contestata se il livello tuitivo si dimostra inadatto alla funzione. DIA LE DIMISSIONI, piagnona del cavolo !

    Report

    Rispondi

  • Megas Alexandros

    23 Novembre 2012 - 15:03

    la professoressa sconta il fatto di essere: scema, ridicola, presuntuosa, incompentetente, arrogante, ignorante etc...insomma tutto fuorchè l'essere donna!

    Report

    Rispondi

  • Silviob2

    23 Novembre 2012 - 14:02

    Ma i professori del sistema universitario italiano sono tutti piazzati per cooptazione dalle baronìe. Le baron'e sono piazzate dalla casta politica e da questa protette! Basta i professori sono incapaci e basta. Nessuna discriminazione sessuale o cavolate simili. Sono incompetenti ed ignoranti!

    Report

    Rispondi

  • sommesso49

    23 Novembre 2012 - 14:02

    Se fosse stato uomo si sarebbe beccato qualche ceffone.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog