Cerca

Premier in campo

Sondaggio: il partito del prof varrebbe il 35%

Sondaggio Ispo: sommando voti certi e possibilisti, Monti raccoglierebbe più di un terzo dei consensi

Il consenso "bulgaro" di cui godeva un anno fa (quando ottenne la fiducia alla Camera con la più vasta maggioranza mai ottenuta da un governo) è lontano. Lo spread ancora alle stelle e il diluvio di tasse stanno facendo piangere gli italiani. Due su tre non credono più a Mario Monti o lo odiano senza se e senza ma. Però, nello spezzettamento dei consensi di questa fase politica, il "partito del Prof" potrebbe giocarsi la vittoria alle politiche. A dirlo è un sondaggio condotto da Ispo per il Corriere della Sera, secondo il quale il 4% degli intervistati voterebbe "sicuramente" una "forza politica che si ispiri all'azione di governo condotta sin qui da Monti". L'8% la prenderebbe "molto in considerazione", il 23% la prenderebbe "abbastanza in considerazione". Il totale fa 35%. Che è quanto prenderebbe, sempre secondo alcuni sondaggi, il Pd se il candidato premier fosse Pierluigi Bersani. E che è la soglia alla quale punterebbe Silvio Berlusconi affiancando una sua lista al Pdl.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • borotalco

    26 Novembre 2012 - 14:02

    dove non si chiede se si voterà Monti ma solo se si prendesse in considerazione una sua candidatura... da sbellicarsi

    Report

    Rispondi

  • borotalco

    26 Novembre 2012 - 14:02

    io non credo..

    Report

    Rispondi

  • encol

    26 Novembre 2012 - 10:10

    Vorrebbe dire che viviamo in un paese di "fuori di testa". Il Monti non lo vuole più nessuno ne la Merkel che lo osannò, ne Draghi che lo ha messo in riga dicendo che i problemi non si risolvono con le tasse, ne Cameron in gran parte artefice del fallimento nel convegno dei 27 della scorsa settimana. Credo sia in gran parte un 35% di gente distratta o disinformata.

    Report

    Rispondi

blog