Cerca

Faccia a faccia ad Arcore

Pdl, Alfano: "Primarie confermate, a Berlusconi ho detto di non dividere il partito"

Dopo 5 ore concluso il vertice. Il segretario: "Serve rinnovamento ma il centrodestra deve restare unito. Cav candidato? Non me l'ha detto"
Pdl, Alfano: "Primarie confermate, a Berlusconi ho detto di non dividere il partito"

Primarie (il 16 dicembre o in altra data, "deciderà il Consiglio di Presidenza") e no allo scioglimento del Pdl. Sono queste le richieste del segretario azzurro Angelino Alfano al termine della riunione di cinque ore con Silvio Berlusconi e Gianni Letta a Villa San Martino, ad Arcore. "Al Cavaliere ho ribadito il nostro sì alle primarie, c'è da lavorare per ricostruire il centrodestra. Ho ribadito anche la mia ferma opinione: serve l'unità del Pdl, fermo restando l'esigenza di rinnovamento". Ma Berlusconi che farà? Si candiderà? "Non mi ha espresso la sua volontà in questo senso, se lo deciderà lo rivelerà nei tempi e nei modi che riterrà opportuni". Poi un avvertimento a Mario Monti e al governo: "O sarà election day o sarà sfiducia". 

Angelino, missione impossibile - L'impressione a caldo, in attesa delle reazioni dell'altro diretto interessato, Berlusconi, è che il segretario sia uscito da Villa San Martino senza essere riuscito a convincere l'ex premier nonchè fondatore del partito. "Oggi non è avvenuta alcuna marcia indietro sulle primarie", ha ribadito Angelino, ma pare quasi forma di autoconvincimento. D'altronde la missione è quasi impossibile: il partito è spaccato, ex An e montiani hanno già le valigie in mano, senza contare che gli stessi ex An sono divisi al loro interno tra chi le primarie le vuole (Giorgia Meloni) e chi no (Ignazio La Russa e Maurizio Gasparri in primis). Il Cavaliere negli ultimi giorni non ha mai mancato di criticare con i suoi fedelissimi l'atteggiamento di molti leader e colonnelli del partito, che gli sembrano più interessanti a regolare i conti piuttosto che a rifondare il partito e rendersi alternativa credibile al centrosinistra. Per questo l'ipotesi di Forza Italia 2.0, in attesa di scegliere chi imbarcare, è ancora con forza sul tappeto. Alfano doveva far dimenticare questo quadro poco entusiasmante a un politico che dell'entusiasmo ha sempre fatto la propria forza propulsiva. E quattro ore potrwebbero non essere bastate.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • pi.bo42

    02 Dicembre 2012 - 20:08

    Non c'é più niente da sciogliere,non esiste più da un pezzo! Auguriamoci soltanto,per una vera alternativa democratica, che possa rinascere una vera destra italiana (e non padana) e moderna,ma sino a che non butteranno a mare quel "signore" la vedo dura! Lo ripeto c'è da sperare solo in Fini....!

    Report

    Rispondi

  • chitinon

    02 Dicembre 2012 - 10:10

    Ricordategli, anche se, forse, è troppo tardi, che esiste una soglia di sbarramento al 5 %

    Report

    Rispondi

  • sdavids

    02 Dicembre 2012 - 10:10

    Il PD vive nel mondo delle favole ma il PdL non è da meno. Perché non sparite e ridate agli Italiani il maltolto? Ci avete venduti ad una organizzazione criminale che si è appropriata della nostra vita e del nostro futuro nella piena facoltà e ora vi scannate propinadoci promesse di rinnovo per il futuro del nostro Paese. Dio mio!!! Ma si può essere così bugiardi e falsi?

    Report

    Rispondi

  • pidocchio

    02 Dicembre 2012 - 10:10

    Ma Berlusconi che farà? Si candiderà? "Non mi ha espresso la sua volontà in questo senso, se lo deciderà lo rivelerà nei tempi e nei modi che riterrà opportuni". Ecco, questa è l'ennesima prova che il PDL non è mai esistito, esiste solo un miliardario megalomane che comanda a suo totale capriccio e tornaconto: Berlusconi NON SI PUO' CANDIDARE alle primarie!!! Non ha presentato le firme in tempo utile. Ma già, lui è il padrone e fa quello che gli pare, le regole valgono solo per gli altri, se danno fastidio o ostacolano i suoi progetti si cambiano o si calpestano allegramente, come del resto ha fatto in parlamento in tutti questi anni...Meditate gente, meditate.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog