Cerca

Le primarie

Grillo, concluse le parlamentarie
Vittoria delle donne

Concluse le primarie online, Grillo: siamo stati attaccato dagli hacker 
Grillo, concluse le parlamentarie
Vittoria delle donne

"Oggi si sono concluse le Parlamentarie" lo annuncia Beppe Grillo nel suo blog. Il leader del Movimento Cinque Stelle, annuncia:  "Da quello che ho visto sinora - ci saranno più donne che uomini. Su 31 capolista 17 sono donne, cioè il 55%. E’ chiaro che si tratta di gente che non ha nessuna dimestichezza con i mezzi di comunicazione, ma è bello così. Si tratta di persone normali, di gente che dappertutto, nelle foto, ni ristoranti ma che si fanno il mazzo tutto il girono per lavorare. Sono casalinghe, cassintegrati, c'è anche un astrofisico, pensionati, giovanì e sono loro che entreranno in Parlamento per cambiare le cose.  E' la prima volta al mondo che un partito fa una cosa del genere e per di più a costo zero. Sono veramente soddisfatto". In realtà si è trattato di un flop: hanno votato 95.000 internauti per 1.400 candidati presenti in tutte le circoscrizioni elettorali incluse quelle estere. 

Grillo: le nostre primarie sotto attacco degli hacker ..: guarda il video su LiberoTV

E mentre arrivano i primi risultati, Grillo dal blog si gongola, senza risparmiarsi, però, l'ultimo, ennesimo diktat: "Andremo in Parlamento. Anzi, voi andrete in Parlamento. Io vi controllerò". Uomo avvisato, mezzo salvato. Anzi donna avvisata. Perchè il gentil sesso ha stravinto in Emilia RomagnaGiulia Sarti, studentessa riminese di 26 anni; Michela Montevecchi, insegnante bolognese di 41, Mara Mucci, 30enne imolese disoccupata: sono le prime tre classificate in Emilia Romagna nelle 'parlamentarie' 5 Stelle, ovvero le primarie on-line per decidere i nomi dei grillini, candidati alle prossime elezioni politiche.   Capolista della lista 5 Stelle, Sarti con 372 voti. Seguono Montevecchi con 234 preferenze e Mucci con 201. Esulta per l’esito delle 'parlamentarie' il consigliere regionale 5 Stelle Giovanni Favia, 'scomunicato' da Grillo per il fuorionda trasmesso durante la trasmissione Piazza Pulita in cui denunciava la mancanza di democrazia nel Movimento. "Nonostante tutti i problemi - scrive il consigliere grillino su Facebook - il risultato in Emilia Romagna è straordinario". Poi aggiunge in un altro post: "Faccio fatica a trovare le parole per l’immensa gioia che provo. Non ho ancora visto i risultati nel resto d’Italia ma in Emilia Romagna questa valanga rosa mi fa emozionare. Persone a cui voglio bene con cui ho condiviso gioie e dolori si preparano insieme a noi tutti, dal basso, a scrivere un pezzo di storia. Anche grazie a loro - conclude Favia - il M5S farà un grande salto di qualità. E’ da tanto che non ero così felice".

 

Anche nel Lazio 1 vincono due donne: Federica Daga, 37 anni impiegata di Roma e Marta Grande di 25 anni, studentessa di Civitavecchia. Donne ai primi posti anche in Lombardia: Paola Carinelli di Milano con 602 voti, Gianna Mangili di Cesano Maderno seconda con 231 voti. In Campania 1, invece ha vinto Roberto Fico, 38 anni di Napoli con 228 voti. Il secondo è Luigi Di Maio studente ventiseienne di Pomigliano. 

Riccardo Nuti, l'ex candidato sindaco di Palermo per il Movimento 5 Stelle torna in pista. Sarà lui il capolista alla Camera per la circoscrizione Sicilia 1 (Palermo. Agrigento, Caltanissetta, Trapani). Nuti, con 147 voti, è stato il più votato alle Parlamentarie. Il perito tecnico 31enne, analista di processi aziendali di una società di telecomunicazioni, alle scorse consultazioni per il rinnovo del consiglio comunale fu il candidato più votato in assoluto (3228 voti), ma non riuscì ad entrare a Palazzo delle Aquile perchè il Movimento 5 stelle si fermò ad un passo dallo sbarramento del 5 per cento. "Grazie ai ragazzi del Movimento Cinque Stelle di Palermo. Se sono primo è anche per loro. Grazie a chi non si è potuto candidare, ma non si è lamentato. In realtà non sono primo, siamo primi, perchè siamo un gruppo", scrive Nuti su twitter. Correrà, per la Camera dei deputati, come tutti gli under 40 inseriti in lista. E' una donna, sempre per la circoscrizione Sicilia 1, il candidato che si è piazzato al secondo posto, la 28enne, fresca di laurea magistrale in ingegneria gestionale, Giulia Di Vita. Sarà capolista per il Senato, invece, il terzo classificato alla primarie, il 48enne Francesco Campanella, laureato in lettere e dipendente regionale. 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • salvatorerubbino

    08 Dicembre 2012 - 19:07

    sei riuscito a prendere in giro gli italiani...vergogna mi auguro che scompari politicamente...buffone

    Report

    Rispondi

  • arwen

    07 Dicembre 2012 - 16:04

    Una giornalista di RAI3, pagata da me, ha definito le parlamentarie come un modo macchinoso e poco chiaro per eleggere coloro che sono favoriti dal guru. Certo che ci vuole una faccia di palta non indifferente per dire certe c...te dopo lo show delle primarie farlocche del PD. Io non apprezzo Grillo, ma purtroppo il resto del panorama politico italiano è ancora più indigesto del comico genovese.

    Report

    Rispondi

  • Megas Alexandros

    07 Dicembre 2012 - 11:11

    "non hanno dimestichezza ma è bello così, sono gente normale, cambieranno le cose"..ma cosa crede questo zotico bavoso che i parlamentari attualmente in carica siato stati creati in provetta o vengano da Marte?! Erano persone normali, incapaci e inutili che adesso manteniamo noi e che lui critica ogni pie' sospinto. I suoi grillini inetti e fuori di melone invece vanno bene, anzi cambieranno le cose...ma tu brutto idiota da dove vieni, dalla luna??? Siete solo gente da psicanalisi.....ma vai a lavorare maleodorante ciccione sputasentenze che non sei altro!!! E la tua rete...beh quella puoi mettertela tutta nel tuo grosso grasso fondoschiena....

    Report

    Rispondi

  • Giumaz

    07 Dicembre 2012 - 10:10

    Vale quanto detto da Battiato: dei cretini. E guidati da un cretino che ora fa pure la vittima degli hacker. Ci manca solo che tiri a mano il F.O.D.R.I.A. e siamo a posto.

    Report

    Rispondi

blog