Cerca

Il retroscena

Bersani, il suo errore è Vendola. Una voce a sinistra: staffetta Monti-Pierluigi a Palazzo Chigi

Senza Nichi nella squadra di governo non ci sarebbe stato il pressing selvaggio su Mario. I quotidiani vicini al Pd: il prof premier, poi tocca a noi

Bersani, il suo errore è Vendola. Una voce a  sinistra: staffetta Monti-Pierluigi a Palazzo Chigi

Il peccato originale di Pierluigi Bersani si chiama Nichi Vendola. E' opinione diffusa, nei palazzi romani, che senza l'alleanza con l'ingombrante postcomunista leader di Sel le chances del segretario Pd di diventare premier sarebbero decisamente più forti. Il perché è presto detto: condizione minima per stare a Palazzo Chigi nei prossimi 5 anni sarà rispettare alla lettera agenda e direttive dell'Unione europea in materia di riforme e rigore. Con Vendola nella squadra di governo, al contrario, sarebbero a rischio come minimo le riforme delle pensioni e del lavoro, capisaldi di Mario Monti. E proprio su Mario si sono concentrate le richieste (da Berlusconi e centristi, sì, ma anche da tutto il Partito popolare europeo nerbo di questa Unione europea) di una ridiscesa in campo.

Voci a sinistra - Non è un caso, insomma: senza Vendola Bersani avrebbe ricevuto maggior credito dai centristi riservando a Monti una posizione da tutore, sì, ma più defilata: magari da presidente della Repubblica. Invece, bloccati dalla grande paura di passi indietro, la politica italiana si è rimessa in ginocchio davanti a Monti. E nelle ultime ore si sta facendo strada una ipotesi suggestiva e inquietante: una staffetta a Palazzo Chigi tra Bersani e Mario. Solo voci? Forse, ma rilanciate dai quotidiani e dagli editorialisti più vicini al Pd, Unità in testa. Con sottile vena di terrore, ma anche con un senso di pragmaticità: si rievoca quanto accaduto negli anni Ottanta con Craxi e De Mita, spiegando che dopo il voto Bersani potrebbe acconsentire alla nomina di Monti come soluzione pro tempore per stabilizzare la situazione e poi diventare presidente del consiglio in corsa. Inquietante, appunto, ma non campato in aria e soprattutto con il presidente Giorgio Napolitano assai attento.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • encol

    19 Dicembre 2012 - 18:06

    E' la dimostrazione vivente di quanto il Bersani sia uno senza palle. Se così non fosse si toglierebbe dai piedi la zavorra senza preoccuparsi del serbatoio VOTI della Zavorra. Bersanov gli stupidi sono quasi finiti, sono rimasti solo quelli che pagano per mettere una croce-

    Report

    Rispondi

  • arwen

    19 Dicembre 2012 - 16:04

    Il PD è la vera zavorra del PD.

    Report

    Rispondi

  • degaetani

    17 Dicembre 2012 - 20:08

    Se non ci possiamo più permettere le vacanze al mare, basta Monti e , almento, ritorni la democrazia. Dopo 13 mesi di Monti la Merxel sta meglio e gli italiani :mai così peggio!

    Report

    Rispondi

  • biri

    17 Dicembre 2012 - 20:08

    Noi di sinistra (si fa fatica scrivere sinistra? sx lo scrivono i dentisti) abbiamo un QI, certo. Qualche fantoccio si spende a valutare il nostro QI, senza aver mai valutato il proprio. Ci vuole una santa pazienza per avere a che fare con voi, e per mantenervi.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog