Cerca

"Alleati con il Pdl"

Ex An: La Russa perde Gasparri e punta sulla Meloni

Nasce il nuovo progetto politico dell'ex colonnello An, ma è ancora mistero sul nome e su chi ne farà parte. L'ex ministro punta sulla Meloni

Gasparri e La Russa

Gasparri e La Russa

Ignazio La Russa ha deciso, gli ex An si staccano dal Pdl. L'ufficialità della scelta è stata data dallo stesso La Russa: "'Stasera annunciamo che l'intenzione già nota di dar vita ad un movimento di centrodestra viene confermata. In accordo con il Pdl per correre in coalizione''. Sul nome del nuovo soggetto politico resta ancora il mistero. Nei giorni scorsi si era parlato di "Centrodestra nazionale". Ora sul nome l'ex ministro della Difesa non dà certezze: ''Ieri - dice Ignazio la Russa nel corso delle registrazioni di Porta a Porta - c'e' stato l'appuntamento di un movimento parallelo degli amici Meloni, Crosetto, Rampelli, Cossiga, un movimento che ha bisogno ancora di qualche ora per poter insieme a noi dare vita ad un movimento autonomo che non sara' composto solo da ex An". 

Ulteriore separazione - "Il nome - ha proseguito La Russa - non sarà necessariamente centrodestra nazionale. L'intenzione e' quella di dare più forza al centrodestra''. Ancora non è chiaro dunque come si chiamerà questa nuova costola del centrodestra. E anche sui nomi sono pochi i punti fermi. Nell'ambito della scissione delle due componenti principali che diedero vita al Popolo della Libertà, si è consumata una ulteriore separazione: quella tra i due più noti 'colonnelli' del partito. Maurizio Gasparri, infatti, non farà parte del nuovo progetto di La Russa. Il presidente dei senatori azzurri ed ex ministro resterà all'interno del Pdl. "Ho sempre sostenuto le ragioni dell’unità del centrodestra e ho partecipato con convinzione e con ruolo attivo alla fondazione del Popolo della libertà", spiega. "Una scelta che ho considerato strategica e non certo transitoria. Una scelta basata su contenuti, volta ad aggregare una vasta realtà alternativa alla sinistra, ancorata alla carta dei valori del Ppe, rispettosa della storia e dei percorsi di tutti coloro che l'hanno condivisa, ma orientata ad un nuovo progetto politico". La Russa starebbe puntando, in queste ore, su Giorgia Meloni, l'ex ministro delle Politiche giovanili che nelle settimane scorse era stata la più fervia sostenitrice delle primarie e strenua oppositrice di un ritorno in campo di Silvio Berlusconi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sirjoe

    18 Dicembre 2012 - 09:09

    piu partitini piu soldi si incassano

    Report

    Rispondi

  • blues188

    18 Dicembre 2012 - 08:08

    'Se la Lega prende voti mi mangio un asino'. L'avrà digerito? La Russa dovrebbe cambiar nome e chiamarsi La Muffa: come lei sembra sparire ma pian piano torna a dare fastidio. Ma il suo posto è sempre dove c'è un po' di umidità negli angoli di casa e si fa rivedere brutta e mal gradita

    Report

    Rispondi

  • cittadino del mondo

    18 Dicembre 2012 - 00:12

    Gnazio esce dal PDL? come Fini, alcuni mesi dopo? O Fini è un genio o Gnazio un ritardato? oppure tutti e due..

    Report

    Rispondi

  • iltrota

    17 Dicembre 2012 - 20:08

    Non credo che la perdita di Gasparri possa essere considerata una iattura, tutt'altro! L' uomo con gli occhi da camaleonte è un grande "signor nessuno": molto probabile che qualcuno voglia perderlo!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog