Cerca

Il grande rischio

Maroni teme la fregatura del Cav:
lui sconfitto e Monti premier

Bobo dubbioso: l’accordo in Lombardia non garantisce la vittoria e alle Politiche l’eventuale successo al Nord renderebbe ingovernabile il Senato favorendo il bis del Prof
Maroni e Alfano

Il destino diverso dei leader

E se Berlusconi aprisse al Monti-bis? È uno dei crucci che tormentano i leghisti, alle prese col possibile accordo col Cavaliere. L’ex premier ha spiegato a Maroni che un’intesa alle Politiche (necessaria per ottenere il sostegno azzurro a Bobo candidato al Pirellone) potrebbe garantire al centrodestra il premio di maggioranza al Senato, in Lombardia e Veneto. Risultato che potrebbe fruttare un pareggio a Palazzo Madama. A quel punto, chi assicura che Berlusconi non decida di benedire un Monti-bis? D’altronde il nuovo governo sarà nominato da Giorgio Napolitano, certamente non ostile al professore. E per il Pdl negare palazzo Chigi a Pier Luigi Bersani sarebbe già un successone. Ma per la Lega? In Lombardia non è neanche sicura di vincere nonostante l’accordo con gli azzurri. Gabriele Albertini è determinato a restare in campo e l’ex premier non pare attrezzato per farlo desistere. Il Carroccio rischierebbe di fare l’accordo perdendo comunque il Pirellone, ritrovandosi a Roma l’odiato Monti. Una caporetto. In più, l’election day rischia di danneggiare i padani che pure l’avevano invocato con forza. La campagna per le regionali sarà offuscata da quella per le nazionali, e l’ingombrante Cavaliere rischia di lasciare nell’ombra i padani. Questa situazione complicata, con Salvini che apre alla candidatura di Bossi in Regione, è resa ancora più difficile dai veleni interni. Questi i fatti. L’altra sera, a Roma, cena tra parlamentari organizzata dall’ex capogruppo Marco Reguzzoni. La comitiva doveva andare in un ristorante toscano, ma per mancanza di tavoli s’è attovagliata a «L’Orso», a due passi da Montecitorio. Tra i presenti, oltre ad alcuni collaboratori e militanti, un solo senatore: Giovanni Torri. Poi i deputati Alberto Torazzi, Paola Goisis, Luca Paolini, Alessandro Montagnoli, Marco Desiderati, Giacomo Chiappori e Daniele Molgora (arrivato in ritardo). Ufficialmente, doveva essere una cena su invito per scambiarsi gli auguri di Natale. Tra un’amatriciana e un filetto, Reguzzoni ha annunciato di non volersi ricandidare, spiega Matteo Pandini su Libero di giovedì 20 dicembre. La Lega Nord è davanti ad una scelta pericolosa. Andare col Cav dà certezze. Averne l'appoggio per le regionali in lombardia sarebbe un affare. Uno di quelli però da pagare a caro prezzo. Se Berlusconi poi pendesse per un Monti bis il rischio per Maroni è elevato. La base anti Monti potrebbe ribellarsi e lui trovarsi in brutte acque.



Continua a leggere l'articolo di Matteo Pandini su Libero di giovedì 20 dicembre

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Liber1

    21 Dicembre 2012 - 13:01

    Costretta ad allearsi ancora una volta con il furfante Berlusconi per non perdere il suo peso politico in Lombardia. Ma i leghisti non perdonerebbero! Soluzione: ripartire dal basso con umiltà e riconquistare consenso facendo una buona opposizione.

    Report

    Rispondi

  • il leghista monzese

    20 Dicembre 2012 - 19:07

    Io Leghista della prima ora (tessera #2556 del 1990 sez. di Monza) ci andrei piano nello scrivere che la base non è d'accordo con Maroni se..... Io (quando rientrerò ai primi di Gennaio in Italia per la campagna elettorale)cercherò di ricordare agli amici della base la famosa storia degli asini di Buridano, che per non decidersi ad unirsi sono morti di fame. Morale, se non si è riusciti (Lei dice per colpa di Berlusconi, io che lo ho conosciuto personalmente e ci ho parlato per ore, dico per colpa, prima di Casini e poi di Fini) a far cambiare le regole quando si era insieme al governo, Le lascio immaginare come potrebbe essere possibile farlo rimanendo all'opposizione. La aspetto a Monza dopo il 20 Gennaio PV,in uno qualsiasi dei Gazebo Leghisti per conoscerLa e convincerLa. Saludos

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    20 Dicembre 2012 - 13:01

    Mi domando se un'idiota come te conosca l'attuale Legge elettorale e come mai nessuno l'abbia voluta cambiare.

    Report

    Rispondi

  • fossog

    20 Dicembre 2012 - 13:01

    Berlusconi ha GIA' dimostrato di non essere utile ai cittadini ed alla modernità, alle riforme, alla cancellazione dei privilegi, a mandare a casa quel Milione Trecentomila zecche che vivono di sola politica, ecc ecc..... cosa spera questa volta Maroni ? che le cose siano diverse, ammesso e non credo che sarà così che berlusconi vinca le elezioni ? sarà lo stesso di prima, ed è per questo che io e credo anche molti altri non voteremo più il Pdl ed anche la lega.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog