Cerca

Detronizzato

Bossi: Se Berlusconi si candida difficile l'alleanza Pdl-Lega

Il Senatùr sposa le posizioni di Bobo: "Se Berlusconi vuole correre per la premiership un accordo tra Pdl e Lega Nord sarà difficile da realizzare"

Bossi e Maroni

Bossi e Maroni

 

Il vecchio asse pare essersi incrinato. Definitivamente. Chi ipotizzava che dopo la rottura seguita alla fine dell'ultimo governo Berlusconi, lo stesso Berlusconi e Umberto Bossi si sarebbero riavvicinati, sbaglia. E non c'entrano soltanto gli scandali che hanno travolto (e "detronizzato") il Senatùr, portando la Lega Nord guidata da Roberto Maroni su binari (fino ad oggi) differenti da quelli del Pdl. Bossi non è più il "capo", ma sembra pensarla come il "capo nuovo", Bobo. "Se Berlusconi fa il candidato premier è difficile", ha risposto il Senatùr parlando con i giornalisti a Montecitorio, che gli chiedevano sull'ipotesi di un accordo tra la Lega e il Pdl in vista delle prossime elezioni politiche. Poi ha rincarato: "Nei rapporti tra Pdl e Lega il problema è Berlusconi". Serve un altro candidato? "L'intesa su un altro nome deve trovarla lui con i suoi", ha tagliato corto l'ex segretario federale.

La posizione di Maroni - Parole che, di fatto, ricalcano quelle del segretario federale Maroni, impegnato in una difficile trattativa dagli esiti imprevedibili con il Pdl. Soltanto ieri, giovedì 20 dicembre, l'ex ministro degli Interni aveva spiegato che "se gli azzurri vorranno sostenere la mia candidatura in Lombardia ben venga, ma oggi a Roma siamo su fronti opposti. Il Pdl sostiene il governo, noi no. E questo fa la differenza". Un assetto che però gli intensi giorni che verranno di questa infuocata campagna elettorale potarnno profondamente mutare.

"Penso di ricandidarmi" - L'altro nodo delle possibili alleanze tra Carroccio e azzurri riguarda la regione Lombardia del post-Formigoni. Bossi, in merito, ha affermato di credere che "la Lega in Lombardia ce la fa anche da sola. Per le politiche - ha puntualizzato - è un'altra questione". Quindi la bordata contro il premier: "Monti ha fatto troppi danni, la gente gli darà quel che merita". Un accenno, inoltre, alle indagini che lambiscono la Lega e i consiglieri della regione Lombardia, compreso suo figlio Renzo: "Il magistrato faccia pure quello che vuole". Infine, una battuta sul suo futuro: "Se sarò di nuovo candidato per la Lega alle elezioni del 2013? Penso di sì...".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lorenzovan

    09 Gennaio 2013 - 12:12

    DI matti ce ne sono tanti in giro...lol..di matti o di troll.. sia come sia antikomunista e' meglio di crozza...lol..sia che creda prporio a quello che scrive(ma ci credo poco) sia che sia solo un provocatore di sinistra

    Report

    Rispondi

  • iltrota

    22 Dicembre 2012 - 09:09

    Vediamo un po' se Maroni ha le PALLE!! Senza Burlesque perde voti e non va da nessuna parte. Con Burlesque perde voti dalla base e non va da nessuna parte comunque!! Voglio vedere se Maroni riesce ad esprimere una volonta politica senza rimangiarsi a breve quanto ha detto.

    Report

    Rispondi

  • giannistecca

    21 Dicembre 2012 - 17:05

    Forse i leghisti dimenticano che se non fossero stati alleati con il Pdl in parlamento non avrebbero avuto i numeri che hanno. E forse nemmeno in Veneto sarebbe stato scelto Zaia al posto di Galan. E forse nemmeno in Piemonte avrebbero conquistato la regione. E forse nemmeno in Lombardia la conquisteranno. Mi spiace per Maroni che continui a seguire ancora i consigli di Bossi dopo tutto quello che è successo. Lui è ancora fra i pochi "duri e puri" che pur essendo stati al Governo non sono stati intaccati dalla tigna della magistratura. E allora perché vuole buttare alle ortiche tutto quanto? Perché la base lo vuole? Ma quale base: quella di Varese e dintorni? E tutte le altre basi le ha sentite? Io alle regionali ho votato per Zaia perché era il "candidato unitario". Se alle prossime elezioni sarà da segliere, sempre che vada a votare turandomi il naso, se sarà da scegliere fra Lega e Pdl o Partito Repubblicano o come ca....si chiamerà voterò per quest'ultimo. Pensateci bene.

    Report

    Rispondi

  • encol

    21 Dicembre 2012 - 16:04

    Da solo non sei nessuno, renditi conto. Sei stato ministro di questa repubblica grazie solo ed esclusivamente al Berlusca. Per carità hai dimostrato di saper fare ma non montarti la testa oltre misura.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog