Cerca

I due leader verso le elezioni

Berlusconi a Bossi:
"Se Bobo ti caccia
vieni con noi"

Maroni vuole sottoporre al consiglio federale la decisione di ricandidare il Senatùr. Cav pronto a offrirgli un posto in lista
Berlusconi a Bossi:
"Se Bobo ti caccia
vieni con noi"

Ultimo giorno di lavori alla Camera, oggi, anche per Umberto Bossi, che questa legislatura l'aveva aperta da segretario federale della Lega per trovarsi pochi mesi fa messo da parte. Il Senatùr, ai cronisti presenti in Transatlantico, ha riaffermato l'intenzione di ricandidarsi, dando per scontato che ciò avvenga nella lista del partito che fondò ormai quasi trenta anni fa. Ma le cose potrebbero non andare poi tanto lisce: un esponente del partito di via bellerio ha infatti rivelato oggi che "Maroni vuole convocare un consiglio federale per chiedere al partito di esprimersi sulla candidatura di Bossi". E considerato che oggi il massimo organo del Carroccio è dominato dai fedelissimi di Maroni, per il Senatùr quella do oggi potrebbe essere stata l'ultima giornata in Parlamento. Una voce che sarebbe arrivata all'orecchio di Silvio Berlusconi. Tra i due leader protagonisti della politica italiana degli ultimi vent'anni c'è sempre stato un rapporto franco: il Cavaliere aveva espresso la sua solidarietà al Senatùr nei giorni dello scandalo sull'utilizzo dei rimborsi elettorali. E Bossi, a sua volta, si era detto vicino a Berlusconi per il quale "Bossi è un amico fraterno, se dovesse trovarsi in difficoltà io gli andrò in soccorso sempre".   Berlusconi ha spiegato ai suoi di essere pronto ad offrire la candidatura a Bossi. "Ma di sicuro non la accetterebbe", sostiene un ex ministro del Pdl.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • eziogius

    26 Dicembre 2012 - 17:05

    traditori e doppiogiochisti:vera foto di Bossi/Maroni (vds ultimi 13 mesi) Bossi è un duro e un capo: ora è solo un povero ex umanità e senso amicizia: Alfano docet

    Report

    Rispondi

  • Renatino1900

    22 Dicembre 2012 - 11:11

    se io ho un amico che poi si rivela un delinquente, scusa, ma non ne sarei fiero. ps io non sono amico di bersanov, tu del nano? ovvero tu pensi che il nano sia tuo amico? COGLIONE! http://www.youtube.com/watch?v=ko8Gow8SRi4 http://www.youtube.com/watch?v=8Qr2EqCNl4A guarda cosa pensa Giannino del tuo caro amico nano. e non venire a dire che Giannino è un vetero comunista, FESSO!

    Report

    Rispondi

  • frankzappa

    22 Dicembre 2012 - 11:11

    Se vieni con noi non temere per le ristrutturazioni, Gemonio lo ricostruiremo, basta una leggina e zac!

    Report

    Rispondi

  • Pinkalikoi

    22 Dicembre 2012 - 10:10

    Infatti quando si tratta di gestire la cosa pubblica la parola "amici" non dovrebbe esistere. Le scelte dovrebbero essere fatte solo in base a capacità e onestà. Una delle peggiori disgrazie che affliggono l'Italia è proprio il privilegiare nei posti pubblici gli amici invece dei meritevoli, e questo ovunque: negli ospedali, negli enti e aziende, nella politica. Un saluto.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog