Cerca

La solita vecchia politica

Province e numero dei parlamentari
Anche stavolta la casta
s'è tenuta tutte le poltrone

Tra i provvedimenti annunciati e non portati a termine nella legislatura, ci sono quelli sul riordino delle amministrazioni locali e i tagli a deputati e senatori

E pensare che quella decisa per Montecitorio e Palazzo Madama era solo una sforbiciatina: 508 deputati anzicà 630 e 254 senatori anzichè 315
Province e numero dei parlamentari
Anche stavolta la casta
s'è tenuta tutte le poltrone

Riforma della legge elettorale, trasparenza degli atti pubblici e dei bilanci, divieto di affidare incarichi in aziende pubbliche a politici o a condannati. Sono tanti i provvedimenti annunciati e sbandierati dalle forze politiche e poi rimasti lettera morta al termine della legislatura. Ma ce ne sono due che gridano vendetta in modo particolare: il riordino delle Province e il taglio del numero dei parlamentari. Il primo, tramite che fissava l'accorpamento di molte amministrazioni con l'obiettivo di ridurre i costi della politica, si è arenato in Parlamento, bersagliato da una sassaiola di 700 emendamenti. E pensare che a parole l'avevano sostenuto tutti ma proprio tutti. Sulla riduzione del numero dei parlamentari si era trovato addirittura l'accordo a quota 508 deputati (anzichè 630) e 254 senatori (anzichè 315). Una sforbiciatina, nulla di epocale. E invece niente: la casta le poltrone se le è tenute tutte, ma proprio tutte, complice il fatto che, proprio sul più bello (per i cittadini) sul tavolo è arrivata la riforma semipresidenzialista del Cavaliere (che poi, ovviamente, pure non è approdata a nulla, se non a fungere da ottimo diversivo). Il quale poi ha pure il coraggio di andare in tv a dire che lui, le riforme, non ha potuto farle per colpa degli altri, dei partitini.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • arwen

    23 Dicembre 2012 - 06:06

    Anche qui, mi domando ma dov'è la novità? E' un anno che la casta è scesa in trincea con l'elmetto calzato pronta ad intervenire contro chiunque provi solo a minacciare i propri benefici. Non che Monti ci abbia mai veramente provato, non voleva danneggiare i propri grandi elettori, ma cosa vi aspettate da gente che è stata con il culo saldato alla poltrona per 20/30 anni? Che ora si alzi e dica prego avanti un altro? Renzi, al di là di ciò che si possa pensare del suo programma, è l'esempio tipico della fine che fa chi prova a scalzare gli dei della poltrona!

    Report

    Rispondi

  • ermanno13

    23 Dicembre 2012 - 00:12

    Ringraziamola la Lega e Maroni!!!

    Report

    Rispondi

  • ermanno13

    23 Dicembre 2012 - 00:12

    Ringraziamola la Lega e Maroni!!!

    Report

    Rispondi

  • nehopienele

    22 Dicembre 2012 - 23:11

    Il mio post precedente non e' stato pubblicato (forse era un po' troppo pesante...) Grazie al "censore" che forse mi ha risparmiato la galera !! Visto che non potremo eliminarli fisicamente, cerchiamo almeno di eliminarli psicologicamente !! NON VOTARE !!! (O meglio una scheda da annullare con scritto fott....., bast...., ecc. ??)

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog