Cerca

Addio Pier

Bersani nella trappola di Vendola
I montiani fuggono e il Pd si scioglie

Ichino è il primo a mollare. Non accetta il no all'agenda Monti. Il segretario ha venduto l'anima a Nichi e il patto può costargli caro

Il giuslavorista non si candida con il Pd per non entrare in conflitto con le "scelte ambigue" del partito
Pierluigi Bersani

Il Pd è nella trappola di Vendola. Ormai Bersani per andare a palazzo chigi ha firmato il patto col diavolo. Vendola  è il principale sostenitore del no all'agenda Monti per l'uscita dalla crisi. Bersani non sa che fare. Di giorno loda Monti e di notte accarezza Nichi. Alla fine dovrà cedere, altrimenti perderà il principale alleato per la corsa alla presidenza del Consiglio. Ma queste scelte hanno un costo. Per ora basso, ma che presto può diventare altissimo. I montiani dentro il partito non sono pochi e un no all'agenda Monti può spaccare il Pd in modo inaspettato. Il primo preoccupante segnale lo dà Pietro Ichino che molla il partito e annuncia che non si candiderà con il Pd. Il suo non è un passo indietro per un ricambio generazionale. No il suo è un addio perchè in contrasto con Bersani. E sul suo blog il giuslavorista è chiaro: "‘A spingermi verso questa scelta concorrono soprattutto alcuni difetti gravi di chiarezza – scrive Ichino sul suo blog – che vedo nella linea seguita oggi dal vertice del Pd e l’imbarazzo in cui mi troverei, domani, nel fuoco della campagna elettorale, se questa ambiguita’ non venisse superata. La campagna elettorale – prosegue – mi costringerebbe a negare l’ambiguita’ di fondo nella linea del partito sulla questione fondamentale della strategia europea dell’Italia per uscire dalla crisi, piu’ volte denunciata ma a tutt’oggi non risolta". E il giuslavorista deve anche prendersi le accuse di Fassina che non ci sta a passare per antimontiano, come lo stesso Ichino lo aveva definito: “Mi dispiace per la continua personalizzazione degli attacchi del senatore Ichino nei miei confronti, io ho cercato di dare un contributo alle posizioni del Partito democratico, trovando spesso approvazione negli organismi dirigenti, e mi piacerebbe se si confrontasse con me nel merito, senza personalizzare". Ora Bersani deve stare attento. Percè Ichino potrebbe non essere l'ultimo a mollarlo. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • pi.bo42

    23 Dicembre 2012 - 16:04

    Mi pare che a destra le idee le abbiano ancora più confuse, basta rammentare la cronaca degli ultimi quindici giorni che ha visto il Cav. esibirsi in una decina di voltafaccia. Poca fiducia nella tenuta dell'alleanza con Vendola, ma a sinistra abbiamo altre chances. La destra vera, invece, non esiste più, i personalismi berlusconiani l'hanno distrutta e continuano vieppiù ad affossarla. Un peccato, comunque, per la democrazia, ma l'uomo di Arcore se ne frega, lui non è un democratico, soltanto un opportunista dall'ego smisurato. Saluti.

    Report

    Rispondi

  • arwen

    23 Dicembre 2012 - 14:02

    "Ichino chi ? Chi è costui, ha già fatto 3 mandati ed è giusto che non si ricandidi". Perché lui no e la Bindi e gli altri, Bersani in testa, si?!?

    Report

    Rispondi

  • BellpietroVergognati

    23 Dicembre 2012 - 13:01

    Ichino era il capo-economista dei renziani liberisti, che si confermano bambini viziati e lagnosi (se non vinco non gioco più). A noi non servono i rottami neo-liberisti, prendetevelo voi

    Report

    Rispondi

  • agostino.vaccara

    23 Dicembre 2012 - 13:01

    Non è l'ultimo, ma solo il primo ad andarsene. Ancora ce ne è un bel po' che vendola proprio non lo sopportano! E dire che, se avesse "permesso" a Renzi di vincere, bersani non sarebbe stato il candidato premier, ma il nuovo Pd di Renzi avrebbe potuto governare a lungo.A proposito di Renzi, ma siamo proprio sicuri che resterà in questo Pd??? Con Vendola, probabilmente bindi, finocchiaro, marini, franceschiello e, chissà, magari un ripescato dell'ultima ora d'alema???

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog