Cerca

Mano tesa

Berlusconi torna in tv:
"Se vinco, vice sarà leghista"

Poi avverte di nuovo i padani: "Se intesa fallisce perderemo la Lombardia, e poi cadranno anche Veneto e Piemonte"
Berlusconi torna in tv:
"Se vinco, vice sarà leghista"

Silvio Berlusconi alza la posta. E a poche ore dalla discesa in campo di Monti col fronte centrista offre alla Lega, ex alleato che spera di riavvicinare in vista delle elezioni del 24 febbraio, la poltrona di vicepremier. Il Cavaliere, dopo la pausa natalizia, è tornato a parlare in tv oggi, in una intervista che andrà in onda nell'edizione serale del Tg4. "Non ho obiezioni ad un vicepresidente leghista se il Carroccio ci darà un contributo elettorale. Berlusconi torna a ribadire che "la soluzione migliore sia la maggioranza assoluta del Pdl", ma aggiunge che "se la maggioranza si raggiungesse con un solo alleato, che è la Lega, con cui abbiamo lavorato bene, questa potrebbe essere una soluzione". Con Roberto Maroni candidato in Lombardia, è assai probabile che se un accordo venisse raggiunto tra Pdl e Lega, quella che un tempo fu la poltrona di Gianfranco Fini sarebbe occupata nel 2013 da Flavio Tosi, attuale sindaco di Verona. "Se non fosse possibile un'intesa -  prosegue l'ex premier - il Carroccio sarebbe isolato e non riuscirebbe a portare a Roma le istanze dei suoi elettori del Nord. Inoltre - continua - perderemmo la Lombardia e poi cadrebbero il Piemonte e il Veneto".

Berlusconi torna a stigmatizzare i piccoli partiti: "Se si continuerà a dare il voto frazionato ai piccoli partiti, resteremo pressappoco nella situazione di adesso. Se il Pdl dovesse avere la maggioranza questa dovrà essere usata per cambiare l’architettura istituzionale dello Stato, per dare più poteri al Governo, per dimezzare il numero dei parlamentari, per cambiare la composizione della Corte Costituzionale". Quindi una stoccata a Monti: "L'agenda Monti non è che la continuazione della politica del Governo tecnico, su ispirazione della Germania. Una cura sbagliata, che ha portato ai numeri che conosciamo, con risultati negativi".

Nel pomeriggio Berlusconi ha poi salutato telefonicamente la comunità "L'incontro" di don Gelmini. "Un anno fa quando c'era il mio governo, l'Italia stava bene eravamo la seconda economia d’Europa, mentre con la cura del governo tecnico tutto è andato peggio" ha detto il Cavaliere. "Fummo costretti a lasciare il governo con una congiura che la storia metterà in luce, una congiura politica e mediatica che agitò il fantasma dello spread".  Berlusconi ha ribadito che "saremo in campo con la massima determinazione".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Renatino1900

    28 Dicembre 2012 - 19:07

    comunisti? ma chi ha fatto una manovra economica di 145 miliardi di euro come li chiama, anticomunisti? la informo che è stato il pdl/lega nel 2011 a varare una manovra economica di tale rilevanza, mentre Monti ne ha fatta una da 63 miliardi... come dire, il suo commento denota il fatto che lei o non capisce un cazzo o è un fesso!

    Report

    Rispondi

  • encol

    27 Dicembre 2012 - 09:09

    Hai scritto quasi un twitt ma hai ragione è proprio così la lega senza altri appoggi non vale un fico secco.

    Report

    Rispondi

  • lughi67

    26 Dicembre 2012 - 21:09

    La Lega insieme a Berlusconi hanno mandato a picco l'Italia dopo dieci anni di governo 1.Dicevano di fermare gli immigrati e l'Istat ci certifica che dal 2001 ad oggi sono triplicati..... 2. Dicevano di non spendere i soldi degli italiani ma sono stati i governi di gran lunga più spendaccioni ..... 3. Non hanno diminuito la pressione fiscale anzi hanno tassato i poveri, fregandoli con la tassazione indiretta derivante dai giochi e dAlle lotterie 4. Hanno ripristinato uno stato di corruzione generalizzato con le leggi a personam 5. Hanno finito di rovinare la pubblica amministrazione superpagando una dirigenza scelta solo per cooptazione politica e senza alcun merito (il Trota è un esempio lampante , gli pagavamo persino le sigarette e le bibite alcoliche,,,,) 6. Danno la colpa agli altri ma i loro governi hanno prodotto un aumento enorme del debito pubblco + 300 miliardi ( 2008 - 2011) Potremo redigere un lista lunghissima ma al momento questo basta ... ANDATE A CASA

    Report

    Rispondi

  • betzero

    26 Dicembre 2012 - 20:08

    E' sempre stato così: la lega, prima delle elezioni, si è sempre fatta pregare per contrattare, legittimamente, un vantaggio superiore alla sua reale forza. Ma poi, al governo, è stata la più fedele degli altri alleati.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog