Cerca

Ci pensano anche per la Camera

Monti, lista unica al Senato

Monti e Casini

Monti e Casini

 

La maschera è stata definitivamente gettata con l'ormai celeberrimo cinguettio su Twitter, con la sua "salita" in politica. E Monti "sale in politica" con i centristi. Terzietà, addio. Il Professore si è collocato: con Pier Ferdinando Casini, Luca Cordero di Montezemolo e Gianfranco Fini. Giubilo anche a Palazzo Chigi, dove diversi componenti del governo tecnico cercheranno di riciclarsi (politicamente) nella nuova avventura del bocconiano.

Il listone unico - La partita, però, non è semplice. La vittoria pare un miraggio. Paradossalmente, sembra che il massimo obiettivo di Monti & co sia la rimonta del Pdl di Silvio Berlusconi, che renderebbere, in caso di vittoria di misura della sinistra, il Paese ingovernabile. Così, se Bersani volesse far parte della maggioranza, dovrebbe imbarcare (e probabilmente incoronare) proprio Monti. I centristi si organizzano, birgano, discutono. La novità più importante di queste prime ore post-natalizie sembra essere quella relativa alla composizione del gruppo centrista a Palazzo Madama: listone unico al senato.

 

 

Il controllo del Prof - Monti, infatti, offrirà il suo nome allo schieramento che sosterrà la sua agenda (ossia, per ora, a Udc, Fli e Montezemolo). Il dubbio è come si possano conciliare le diverse anime del partito (democristiani, ex missini, società civile). L'escamotage, almeno al Senato dove lo sbarramento per singola lista all'8% lascia pochi margini di manovra (lo sbarramento per la coalizione è al 20%), pare essere proprio quello della lista unica. All'interno di questo listone, secondo i rumors, verranno presentati alcuni big di partito, a partire proprio da Pier Ferdinando Casini. Di pari passo, però, si scatena il panico tra le "vecchie volpi" della politica, che con il listone unico su cui ci sarà il controllo del "Monti talent-scout", rischiano di essere silurati, trombati, eliminati.

Qui Montecitorio - Anche per quel che riguarda la Camera ci sarebbero pulsioni molto forti per presentarsi con una lista unica: servirebbe anche a ricollocare personalità di governo che non appartengono né a partiti né a movimenti ma che vorrebbero proseguire nell'impegno politico (leggasi: Corrado Passera). Inutile sottolineare come la scelta ultima toccherà a Mario Monti, che secondo le indiscrezioni, però, vuole temporeggiare, prendersi ancora qualche giorno per pesare i sondaggi e vedere le reazioni degli italiani all'ipotesi di una lista unica oppure a quella di liste separate.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sommesso49

    27 Dicembre 2012 - 21:09

    Speriamo che al sud venghi il Prof. Monti e i suoi alleati. Venghi!| Venghi! E si troverà da rettore della Bocconi a Mario Monti bocconi.

    Report

    Rispondi

  • mark70

    27 Dicembre 2012 - 16:04

    il caro professore ci ha messo in ginocchio fregandosene della realtà sociale dell'italia mandando sul lastrico parecchie famiglie che erano già precarie massacrandoci di tasse senza ritegno! l'altro via che parlare e parlare di centro, di moderati etc etc (sto politichese ci ha rotto veramente!)....morale: a casaaaaaaaaaaa se ne devono andare, ne abbiamo piene le scatole di questa gente!

    Report

    Rispondi

  • Gios78

    27 Dicembre 2012 - 11:11

    Maledetto Monti auguro a te, ai tuoi famigliari e ai tuoi amici di perdere la casa, il lavoro e la dignità come è accaduto a così tanti italiani solo per colpa tua e del tuo sadismo da psicopatico. Devi andare in rovina, vogliamo vederti per strada. Casini è il tuo degno compare ma non conta niente, quando parla nessuno lo ascolta.

    Report

    Rispondi

  • petergreci

    27 Dicembre 2012 - 11:11

    A Silvio tremano le gambe.La prossima legislatura sarà all'opposizione quindi: asta frequenze televisive da pagare, addio leggine vergogna, addio ai balzelli contro la magistratura che lo sta giudicando, addio al potere in Rai e benefici vari. Poi il capitolo del conflitto d'interessi che si aprirà sicuramente come il ripristino del falso in bilancio, ahi! ahi! ne vederemo delle belle.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog