Cerca

Cav all'attacco

Berlusconi al Tg5: "Monti in politica scorrettezza inaccettabile. Con Casini al 10%"

Berlusconi al Tg5: "Monti in politica scorrettezza inaccettabile. Con Casini al 10%"

Un accordo "globale, locale e nazionale". Silvio Berlusconi, intervistato al Tg5, ha mandato un messaggio chiaro alla Lega Nord e al segretario Roberto Maroni: o il Carroccio si allea con il Pdl alle politiche del 24-25 febbraio 2013 (accettando Berlusconi candidato premier, oppure trattando ma senza porre veti) oppure la corsa alla Regione Lombardia vedrà i due partiti divisi, con il concreto rischio di perdere la regione roccaforte del centrodestra (e servire su un piatto d'argento la maggioranza in Senato al Pd). Perché se l'accoro non sarà appunto "globale, locale e nazionale", "non c'è nessuna ragione di sostenere un candidato leghista in Lombardia", con caduta a cascata delle giunte di Piemonte e Veneto. "Non è una ritorsione ma una logica conseguenza". Il candidato in Lombardia, è bene ricordarlo, è proprio Maroni. Che domenica pomeriggio, via Twitter, aveva rilanciato la candidatura a premier del sindaco leghista di Verona Flavio Tosi replicando, di fatto, al nulla di fatto del vertice Pdl-Lega di sabato in via Rovani, residenza milanese del Cavaliere. Il botta e risposta insomma continua, anche se Berlusconi si dice "molto ottimista", perché alla fine "la ragione prevarrà". E perché elettori del Pdl e della Lega hanno le stesse esigenze: "meno tasse, più sicurezza, una maggiore stretta sull'immigrazione".

Messaggi a Monti e Casini - Non solo Lega, comunque. Nell'intervista al Tg della rete ammiraglia di Mediaset il Cav ha avuto ancora parole durissime per Mario Monti e Pierferdinando Casini, leader del Centrino. "Monti in politica? Una scorrettezza inaccettabile - ha tagliato corto Berlusconi - Da capo dei tecnici si è trasformato in vice capo di Casini. Un'anomala armata Brancaleone che farà da ruota di scorta alla sinistra". Secondo il leader Pdl, nei sondaggi attuali Monti e Casini sarebbero sotto il 10%, che li relegherebbe ad un ruolo subalterno rispetto a Bersani. Casini e Gianfranco Fini, d'altronde, sono secondo Berlusconi "leaderini che si sono nascosto dietro l'ombra del Professore". Casini, in particolare, è "un mestierante della politica in Parlamento da 30 anni e che non ha mai lavorato in vita sua". Si tratta ora di rovesciare l'agenda Monti, o meglio puntare su altro. Prima di tutto, la crescita "dopo il declino di questi dodici mesi". "Noi vogliamo ridare fiducia agli italiani, far ripartire l’economia, creare nuovi posti di lavoro per i giovani, stiamo preparando delle misure che non peseranno sul bilancio dello Stato ma che ridaranno fiducia agli imprenditori che potranno tornare ad investire". Prim punto da cui ripartire, in ogni caso, sarebbe l'abolizione della tassa simbolo del governo tecnico, l'Imu: "Per noi la casa è sacra - ribadisce Berlusconi al Tg5 -, abbiamo già predisposto un disegno di legge e lo approveremo nella prima riunione del Cdm. I comuni riceveranno la stessa somma da un fondo costituito al ministero del Tesoro".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Beauty

    05 Gennaio 2013 - 12:12

    ma non sai scrivere qualcosa di serio e che non sia un insulto? Prenditi una camomilla! Non sai che i propri pensieri (peraltro democraticamente rispettabili anche quando non condivisi: ma il concetto di democrazia ti è estraneo) tanto più sono pregnanti quanto più serenamente sono espressi?

    Report

    Rispondi

  • zelig12

    03 Gennaio 2013 - 10:10

    Non crede che considerare'normale'l'omosessualità sia un'operazione distruttrice di quella forma primaria di organizzazione sociale che è la famiglia,il cui fine è la procreazione,e che è basata sui legami di sangue?Da chi viene alimentata e potenziata questa campagna a favore dell'omosessualità? Quali sono le finalità occulte,che vanno oltre le motivazioni apparenti della civiltà e la tolleranza?Non credo che si possa prendere a giustificazione l'eliminare la discriminazione di cui gli omosessuali sono vittime,perché un'operazione mediatica di tale martellante intensità non è stata mai condotta a favore di nessun'altra categoria di 'discriminati'.Il fine che si vuole raggiungere è pericoloso e non facile da identificare e certo non può essere indicato e discusso in questa sede.Favoriti dal fatto che siamo esenti da coinvolgimenti personalissimi,non fermiamoci alle ingiurie tra noi e soffermiamoci a riflettere e ad informarci con serenità e pacatezza.

    Report

    Rispondi

  • INCAZZATONERO69

    03 Gennaio 2013 - 08:08

    E te,di pulizia dei cessi con la lingua,sei una vera istituzione in materia,inutile coglione quale sei...

    Report

    Rispondi

  • 654321

    02 Gennaio 2013 - 20:08

    La mafia non si fida piu' della politica "Grasso" ! Ora caro De Pedis Ino oppure I900, vota il tuo PD, e' possibile che questa sfiducia nella politica cessi! Nel frattempo assumi un po' di Cronassial! Sei un fottuto cacasotto e checca, perche' non hai dato la mail a Incazzatonero? Non e ' un cattivo ragazzo, ha solo un difetto , se prende quelli come te , nemmeno con un trapianto di sfinteretto riusciresti a guarire. Quindi, ora riprendi la tua borsettina e corri al Circo Massimo, forse qualcuno mosso a compassione ti fara ' vedere una bella bananas. Non sprecare il tuo tempo per dimostrarti eroe in Libero. Ormai tutti sanno che sei un povero rincoglionito neuroermafrocitoleso, e molti sono per il sociale, quindi come me fanno una buona azione quotidiana , ti rispondono.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog