Cerca

L'offensiva di Silvio

Berlusconi: meglio votare il Pd che il centrino

Silvio Berlusconi

Nuovo attacco di Silvio Berlusconi al centro e a Mario Monti. Ieri, primo gennaio, lo aveva definito "uno dei tanti leaderini" dai microfoni dell'emittente Radio Norba, oggi ha rincarato la dose in un collegamento telefonico con la trasmissione "Notizie oggi"su "Canele Italia". Questa volta il Cavaliere asupica che gli elettori non votino il "centino" che si sta creando intorno a Mario Monti ed è convinto che la nuova formazione non tolga voti ai moderati. "Spero di no - ha detto - spero che i moderati si facciano consapevoli della situazione politica generale", ha detto il leader del Pdl e ha aggiunto: "I voti che il centrino di questi signori potrà portare via ai moderati vanno tutti a vantaggio del partito di Bersani e del partito di Vendola", ha detto Berlusconi, che ha suggerito che questi elettori "diano voti direttamente a Pd. Consapevole di ciò che è successo in tutti questi anni, dico che occorre che si concentri il voto sui due grandi partiti, il Pd o il Pdl, senza mettere di fianco a loro, come necessari per dare vita alla maggioranza, piccoli partiti che non agiscono mai guardando all’interesse generale ma a interesse e ambizioni dei loro piccoli leader". Berlusconi ha quindi lanciato un appello agli italialini: «Non frazionate il voto, date il vostro voto alle grandi forze politiche per arrivare tra l’altro al bipolarismo, formula per la democrazia compiuta, che poi al governo e alla maggioranza si oppongono al meglio, che è individuato dai grandi partiti. Il voto dato ai piccoli partiti si ritorce contro di voi».  

Riforme istituzionali "Quando le mi parla di facce nuove - ha continuato Berlusconi - possono essere anche i più grandi professionisti, ma arrivati alla politica si troverebbero nella stessa impossibilità di agire in cui si sono trovati tutti i Governi, che prima di me sono durati in media 11 mesi". Berlusconi annuncia che sta organizzando un "tour in Italia" e sottolinea: "Io non ho mai fallito un obiettivo" sia nel campo dell’imprenditoria che nello sport, "è possibile che improvvisamente sia diventato incapace?". Silvio Berlusconi affronta il tema delle riforme istituzionali: "Il Paese non è governabile, il governo è impedito nell’agire perché l’architettura istituzionale non da gli strumenti per decidere". L’ex premier ricorda soprattutto il fatto che molte leggi varate dal governo precedente siano state abrogate dalla Corte costituzionale. Gli ultimi presidenti della Repubblica "invece di dare un equilibrio, hanno mandato alla Corte costituzionale i propri amici" trasformando la Corte costituzionale in "un organismo politico di sinistra". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • alfonsofiorucci

    02 Gennaio 2013 - 21:09

    Ho una ricetta per Monti. Dite a Berlusconi che si metta in contatto con me. Al professore gli facciamo vedere i sorci verdi. Sono un Italiano medio di 65 anni senza pensione.

    Report

    Rispondi

  • marina58

    02 Gennaio 2013 - 20:08

    che è...un'attimo per tutti, nessuno escluso...e lo dice una persona che grazie al cielo, finora, possiede un'ottima salute ma alla quale piange il cuore, quando legge postati grondanti di odio, seppur virtuale.Vi ringrazio per l'attenzione, ed estendo i miei migliori auguri di ogni bene, a Unghianera e tutti gli altri amici virtuali, i vero cuore!! GRAZIE!!

    Report

    Rispondi

  • marina58

    02 Gennaio 2013 - 20:08

    gradite i miei più sentiti e sinceri auguri, di un ottimo anno, che sia per voi proficuo, per tutti voi e le vostre famiglie.Ora se mi consentite, vengo al punto, in quanto colpita, negativamente,oltre che amareggiata, da un post scritto da un certo pompetta ecc,(certo uno che sceglie tale nick, grossi problemi li ha di sicuro)nei confronti, di uno storico postante, il Signor Unghianera, al quale tutto gli si può attribuire: post coloriti,ironici, gogliardici, ma mai intrisi di cattiveria.Mentre nel leggere il postato, del suddetto, ho intravvisto, tanta di quella cattiveria, becera e gratuita, da rimanere sbalordita, il termine tetraplegia, buttato là, alla carlona è degno di biasimo e d'orrore.Si può scherzare, si può esprimere liberamente il proprio pensiero, disappunto compreso, ma andare oltre, lascia solo tanto amaro in bocca, sarebbe auspicabile, non giocare mai con le malattie, vere o presunte in quanto, ognuno di noi,possiede un piede, dentro, ospedali, carceri, cimiteri.segue

    Report

    Rispondi

  • enio rossi

    02 Gennaio 2013 - 17:05

    Mitico Berlusca è necessario indire una nuova "guerra d'indipendenza" per liberare l'Italia dai padroni tedeschi e dai loro tirapiedi bancari. Sei l'unico in questo paese che può fare questo..Buon anno a tutti quelli che odiano lo statalismo e le tasse che ci uccidono

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog