Cerca

Lo scenario

Monti è già ostaggio di Fini e Casini: ecco il "nuovo che avanza"

Udc e Fli si tengono stretto il loro simbolo (e le loro liste) alla Camera. E il loro peso elettorale è pari a quello del Prof, che ha già le mani legate
Casini e Fini

Casini e Fini

 

Tutto come previsto. Mario Monti ha presentato il simbolo della sua lista. Un simbolo un po' triste e lugubre, in perfetta sintonia con il presonaggio. La lista del Professore si chiamerà semplicemente "Scelta civica". Al Senato tutti confluiranno sotto a quel simbolo per esigenze elettorali, ossia per aggirare lo sbarramento. Alla Camera, dove lo sbarramento è più basso e "accessibile, al contrario in "scelta civica" ci saranno tutti i "non politici" (a partire dai montezemoliani), mentre i "politici" conserveranno il loro simbolo e la loro nomenklatura. Monti, a Montecitorio, va in coalzione con il grande burattinaio Pier Ferdinando Casini (che si tiene stretto l'Udc) e con Gianfranco Fini (che si tiene Futuro e Libertà).

Un Professore in ostaggio - La sostanza è semplice: il Professore che fa di tutto per mostrarsi lontano dai giochi dela politica è già ostaggio della politica stessa. Della politica più datata. Di Casini e Fini, nello specifico (più del primo che del secondo per questioni meramente numeriche e percentuali). I sondaggi danno la lista Monti a un 8 per cento circa, che in coalizione alla Camera dovrebbe arrivare al 14%: questo significa che quasi la metà della forza elettorale del Professore deriva dall'Udc e dai futuristi, che avranno un peso quasi pari a quello di Monti. Una postilla, infine, dedicata al "rigoroso controllo delle liste" invocato dal premier uscente: chi vieterà a Fini e Casini di mettere nelle loro liste i nomi che vorranno? Nessuno, nemmeno lo "sforbiciatore" Bondi, mister spending review, che sui nomi della truppa di Pierferdy e Gianfry non ci potrà mettere becco (e, inoltre, Monti ha già annunciato "quattro deroghe in lista" per inserire gli impresentabili). E' questo, in estrema sintesi, il "nuovo che avanza" caldeggiato da Monti.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • rendagio

    05 Gennaio 2013 - 20:08

    e´come una briscola..... con certi personaggi che conosco da qyando uno stava al MSI e l´ altro in parrocchia, coreva l´anno 1965, stronzi erano e tali sono rimasti anzi peggiorati... speriamo che questo votocarnevalesco li cancelli in eterno AMEN `

    Report

    Rispondi

  • elenabaciu

    05 Gennaio 2013 - 18:06

    elementare watson e piu scaltro casini quando dorme che il il prof quando e sveglio certo che il prof e piu ingenuo di capucetto rosso

    Report

    Rispondi

  • kinowa

    05 Gennaio 2013 - 18:06

    Caro monti, ma non hai tratto insegnamento da quanto capitato a Berlusconi??? Anch'egli si era fidato ( da non politico) di questi due politicanti di carriera che in vita loro non hanno mai fatto nulla se non tradire gli alleati o chi li ha tolti dal fango, (in particolare fini. Fermati un secondo e stacca la spina a questi due. Stanno con te solo per salvare le loro poltrone, ti abbandoneranno al primo scoscio di vento.

    Report

    Rispondi

  • angelo.Mandara

    05 Gennaio 2013 - 14:02

    Un inedito e curioso incontro TV, tra una Gruber in una certa difficoltà a formulare le domande ad un blasonato neo-politico,allo stesso tempo imbarazzato nel presentarsi nella nuova veste di neofita (catto (?) - tecnocratico), tra il timido e l'educato, che potesse esprimere al meglio la decisione di mettersi "a battesimo", che per esplicita dichiarazione dello stesso Prof è concetto estraneo e poco simpatico al suo carattere (ci sarebbe soltanto da chiedersi chi lo abbia costretto a queso passo?). Alla "frequentazione" di "colleghi" come Fini e Casini, con i quali si associerebbe per poter esprimere al meglio questa "mancata vocazione" alla politica (ed antipolitici..al varco, in attesa di uno scempio "epocale"?). In TV, un sondaggio darebbe il Prof tra un minimo del 16% ad arrivare a un 25%, che si stenterebbe a credere visti i responsabili in gara, Casini accreditato di un 5%, un Fini del 2% ed il Prof, guida della cordata..."sull'imponderabile". Angelo Mandara

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog