Cerca

Ma il Cav crede nell'accordo

Berlusconi: La Lega da sola alle elezioni? Un suicidio

Berlusconi: "Credo in un accordo, ma se Maroni non ci sta le conseguenze politiche sarebbero pesanti. A rischio le Regioni e mille amministrazioni"

Roberto Maroni e Silvio Berlusconi

Roberto Maroni e Silvio Berlusconi

 

Un ordinario sabato da stakanovista per Silvio Berlusconi. Una maratona elettorale corsa prima in videochat con il Corriere.it e poi su diverse televisioni locali. Il Cavaliere ha chiuso la porta a Monti ("Ora è impossibile collaborare con lui. Sono disponibile a una grande coalizione, ma senza Monti"), ha apostrofato Monti, Fini e Casini come il "trio sciagura", quindi ha parlato di Gerard Depardieu e di fisco, affermando di condividere la scelta dell'attore, che cerca di sottrarsi a un fisco che gli chiede un tributo al di là di ogni logica. Ma tra tutti questi temi, uno più degli altri appassiona Berlusconi e catalizza le sue attenzioni: l'alleanza con la Lega Nord.

"Presto l'accordo" - In mattinata il Cav aveva annunciato: "Domani ci sarà un accordo". Quindi spiegava che "la Lega non chiede un premier diverso da me, chiede che si indichi il leader della coalizione e che successivamente, dopo la vittoria, i vari partiti scelgano insieme un possibile loro candidato". Frasi concilianti, alle quali aveva fatto da controcanto il cinguettio di Maroni su Twitter: "Noi siamo alleati delle forze che si oppongono a Monti". Una frase che suona come una definitva apertura al Pdl targato Berlusconi, fiero oppositore delle politiche del Professore.

"Cadono le giunte" - Ma (invertendo il canonico ordine proverbiale), dopo la carota è arrivato il bastone. Berlusconi ha le idee chiare, e le espone al Carroccio di Roberto Maroni: "Io penso che sia del tutto insensato e suicida per la Lega andare da sola alle elezioni - ha dichiarato in un'intervista alla televisione lombarda Espansione Tv -. Andrebbe incontro a una sconfitta sicura, e anzichè uscire con l'identità rafforzata finirebbe per essere irrilevante. Soltanto alleandosi con noi, Maroni avrebbe forti percentuali di vittoria. Altrimenti, se consegnassero la Regione alla sinistra, cadrebbero anche le giunte regionali di Piemonte e Veneto, e altre 100 amministrazioni del Nord dove ora governiamo assieme".

Contro l'Europa - In un colloquio con Telenord, il Cavaliere si è scagliato nuovamente contro le politiche di austerity imposte dall'Europa, in primis dalla Germania di Angela Merkel: "Dobbiamo andare in Europa a convincere queste teste dure che questa politica è sbagliata, non solo per l'Italia, ma per tutti i Paesi del Mediterraneo. Occorre convincere la Merkel - ha rincarato Berlusconi - che la Bce deve diventare una vera banca centrale. Altrimenti, e non lo dico io ma Soros e premi Nobel per l'Economia che ho ospitato a inizio estate nella mia Università, tra due o tre anni, questi Paesi non decideranno ma si vedranno costretti a tornare alla moneta nazionale".

Presidenti della Repubblica - Tornando a parlare di politica italiana, Berlusconi ha ricordato come "al mio governo è stato sempre difficile avere dal capo dello Stato l'autorizzazione per un provvedimento a farlo sotto la forma del decreto legge. Tutti i governi hanno dovuto fare il braccio di ferro con il Capo dello Stato, per me in particolare che ho avuto la sfortuna di lavorare con tre successivi presidenti della Repubblica tutti di sinistra, e che non guardavano certamente con simpatia all'operato del governo".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • albertodalecco

    06 Gennaio 2013 - 12:12

    Berlusconi alla fine fregherà la Lega, se l'alleanza si farà. Ha troppi parassiti del Sud da mantenere, quindi non consentirà mai di lasciare il 75% delle tasse nella regione di provenienza. Meglio perdere le elezioni che rinunciare al programma nordista.

    Report

    Rispondi

  • soleados

    06 Gennaio 2013 - 12:12

    Ora anche silvio il ricattatore...lega, faresti meglio a correre da sola:avresti la dignita'.Sei sicura che gli elettori ti voteranno con silvio alleato?

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    06 Gennaio 2013 - 12:12

    Brutto dall'altare trovarsi nella polvere. La Lega per troppi ladroni (ora si aggiungono altri), B. per - soprattutto, perché c'é altro - per quello che dice e crede. ''Mai votato fiducia a Monti'' - ''mai detto che Ruby era la nipote di Mubarak'' - Mai alzato le tasse'' ecc... Capisco: ognuno ha le sue idee: ci scontriamo per appartenenza chi ad una persona, chi a delle idee, chi a ad un programma, ma anche con parole dure, non siamo''i responsabili''. Ma voi, perché non chiamate la neurodeliri? Quando uno nega quello che sta dicendo, non c'é che la neurodeliri.Lo disse, in altra forma, proprio la moglie.E in 25 anni di matrimonio, deve aveerlo0 conosciuto.

    Report

    Rispondi

  • spalella

    06 Gennaio 2013 - 11:11

    lega o non lega non vincerà le elezioni questo tizio che ha SOLO una gran voglia di non togliersi di mezzo e SOLO per fare meglio i propri interessi. Non mi sono certo scordato le frequenze tv che già una volta ha cercato di fregarsi... Ma la gente civile e colta oggi non si fà fregare, magari un pò di ignoranti ci cascheranno, ma è da decenni che questi cascano tra le grinfie di miserabili politici, sempre gli stessi, che li divorano; io voterò i giovani del movimento 5 stelle, li voglio vedere sparire nel cesso questi vecchi.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog